Logo ImpresaCity.it

Infinidat rafforza il consolidamento e la protezione dei dati di InfiniBox

Gli update del software InfiniBox riguardano soprattutto le aree del supporto del Protocollo SMB, della difesa dal malware e delle prestazioni

Redazione Impresacity

Il software InfiniBox di Infinidat si aggiorna, con l’obiettivo di offrire alle aziende le capacità necessarie per consolidare un numero maggiore di workload, assicurando un livello di protezione più elevato. Tra gli update vi sono infatti il supporto per il protocollo SMB, Server Message Block, utilizzato dai sistemi Windows, alcune nuove funzionalità di sicurezza, il ripristino self-service dei file NFS, Network File System, e un incremento significativo delle prestazioni, senza alcun costo aggiuntivo.

Più in dettaglio, la nuova release di InfiniBox supporta il protocollo SMB, dalla versione SMB 2.1 alla 3.1.1, aumentando l’integrazione con l’ecosistema Microsoft Windows, i workflow di dati e la condivisione dei file. L’aggiunta di questo protocollo va ad affiancare quelli FC, iSCSI e NFS già supportati in un’unica soluzione storage scalabile. Inoltre, il nuovo update estende anche le capacità di protezione dei dati con il potenziamento delle funzionalità snapshot di InfiniSnap. In questo modo, i clienti hanno accesso a snapshot non modificabili per volumi, filesystem e gruppi di consistenza all’interno di un set di funzionalità già molto potente. Se usate in modo costante, questa tipologia di snapshot protegge i dati da malware e ransomware pericolosi.

Anche la Snapshot Directory per il ripristino self-service è inclusa in questa versione. Gli utenti possono navigare, selezionare e recuperare i file che sono stati inavvertitamente cancellati o modificati senza alcuna assistenza degli amministratori. Infine, le nuove funzionalità di InfiniBox, già disponibili, garantiscono anche un incremento del 30% delle prestazioni IOPS e del 22% in termini di throughput. Infinibox ora fornisce 1,3 milioni di IOPS, con un throughput fino a 15,2 GB/s e un’ulteriore riduzione della latenza. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 18/03/2019

Speciali

speciali

Cybersecurity: Bersaglio Mobile, non toccate quello smartphone!

speciali

Wake up and secure your cloud