Logo ImpresaCity.it

Il 5G non c'è ancora, ma gli smartphone 5G sì

Al Mobile World Congress 2019 hanno debuttato gli smartphone 5G compatibili con le future reti. Ed è un predominio orientale.

Redazione Impresacity

Il 5G forse debutterà a fine anno e più probabilmente, nella maggioranza delle nazioni, nel 2020. Ma gli smartphone 5G per usare le future reti sono già arrivati, ed è un elemento molto positivo. In passato, specialmente nella transizione al 3G, proprio la mancanza di smartphone adeguati aveva frenato il mercato nel suo complesso. A meno che non siate contro i prodotti orientali, stavolta il problema non si pone.

Già, perché gli smartphone 5G sono tutti "made in China" o di provenienza coreana. L'unico marchio occidentale degno di nota - Apple - non sembra interessata agli sviluppi del 5G e in Europa rischia il sorpasso da parte di Huawei. In Europa il mercato smartphone è infatti molto più combattuto di quanto non sia a livello globale.

Secondo le cifre di Canalys relative all'ultimo trimestre 2018, nel Vecchio Continente guida Samsung con un market share (in sell-in) del 28,7 percento, seguita da Apple al 26 percento e da Huawei al 23,6 percento. Più lontana Xiaomi, quarta ma con solo il 6 percento del mercato.

Proprio Samsung, Huawei e Xiaomi sono pronte con i loro smartphone 5G. Per Samsung i modelli sono due, entrambi basati sul processore di spicco del MWC 2019, ossia lo Snapdragon 855 di Qualcomm. La casa coreana ha lanciato una versione 5G del classico Galaxy S10, battezzata Galaxy S10 5G, e l'ormai famoso Galaxy Fold con schermo ripiegabile.



Huawei risponde con il ripiegabile Huawei Mate X, basato sul processore "di casa" Kirin 980 e con un display che, tutto aperto, ha una diagonale di 8 pollici. Xiaomi ha scelto una impostazione più tradizionale e il suo smartphone 5G Xiaomi Mi Mix 3 è un classico modello mono-schermo. Originale però l'idea di rendere la fotocamera frontale scorrevole, in modo da evitare il "notch" degli smartphone di nuova generazione.

Nella lista dei produttori di smartphone 5G vanno inseriti anche due brand che sono un po' indietro nelle classifiche di vendita: ZTE e LG. Il nuovo ZTE Axon 10 Pro 5G non ha scelte tecnologiche o estetiche particolari, affidandosi a componenti e design moderni ma collaudati. Più "creatività" per il LG V50 ThinQ 5G: si può considerare un quasi-ripiegabile perché ha come accessorio un case che integra un secondo schermo in grado di operare in sinergia con il primo.

A proposti di accessori, Motorola come si sapeva ha seguito la strada del "mod" per dare connettività 5G ad alcuni smartphone della linea Moto. Il Moto Mod 5G è un "dorso" che contiene l'elettronica 5G e che si collega magneticamente a un normale smartphone 4G. Idea interessante per ringiovanire modelli che potrebbero apparire presto datati, ma che non è proprio il massimo della praticità e soprattutto della leggerezza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 26/02/2019

Speciali

speciali

I tanti volti del backup in cloud

speciali

Backup & Storage 2019