Logo ImpresaCity.it

Nutanix, sempre più pronti all’era del multicloud

Con la nuova suite Xi Cloud Services si ampliano i confini del cloud, grazie a un'infrastruttura più unificata tra i diversi ambienti

Londra - Primi annunci da .Next, l’edizione europea della user conference di Nutanix, che si è aperta questa mattina nella capitale britannica alla presenza di oltre 3500 persone tra clienti, partner e prospect della società attiva nell’enterprise cloud. Tra le novità, spicca Xi Cloud Services, una nuova suite di servizi progettati per creare un’infrastruttura più unificata tra diversi ambienti cloud, e che permettono alle aziende di scegliere la piattaforma più adatta per eseguire le applicazioni, senza vincoli tecnologici.  

Secondo il recente studio Nutanix Enterprise Cloud Index, i carichi di lavoro aziendali in esecuzione sia nei cloud privati che pubblici aumenteranno di circa il 20 per cento nel corso dei prossimi due anni. Con Xi Cloud Services, Nutanix intende permettere alle aziende di semplificare l’integrazione di servizi cloud nelle loro distribuzioni multicloud, sia estendendo nativamente i propri ambienti Nutanix oltre i confini del data center tradizionale, sia ottenendo visibilità e gestione completa delle infrastrutture per monitorare i costi e garantire la compliance.  

Xi Cloud Services di Nutanix comprende a oggi cinque servizi distinti, che non solo forniscono la capacità di standardizzare i carichi di lavoro e armonizzare le attività negli ambienti, ma permettono anche di “sfumare” i confini tra i cloud, utilizzando applicazioni e dati su diversi cloud per numerosi requisiti di protezione dei dati, distribuzione delle applicazioni e postazioni periferiche. Più in dettaglio, Xi Cloud Services è parte di Nutanix Enterprise e comprende: 
  • Xi Leap – servizi di disaster recovery (DR) basati su cloud per proteggere le applicazioni e i dati business critical. I servizi Leap sono attivabili direttamente in Nutanix Prism per un'esperienza cloud pubblica e privata completamente integrata
  • Xi Frame - piattaforma desktop-as-a-service progettata ex-novo appositamente per la distribuzione in cloud, e che oggi integra il controllo degli accessi basato sui ruoli
  • Xi Beam - uno strumento di governance e ottimizzazione dei costi multi-cloud che consente di ridurre i costi e migliorare la sicurezza del cloud su piattaforme pubbliche e private
  • Xi Epoch - una soluzione per l'osservabilità e il monitoraggio di applicazioni multicloud che fornisce una visualizzazione delle applicazioni simile a Google Maps per individuare i colli di bottiglia nelle prestazioni e i problemi di disponibilità in qualsiasi ambiente cloud
  • Xi IoT - una piattaforma di edge computing intelligente che esegue l'elaborazione in tempo reale delle pipeline di dati provenienti da sensori e dispositivi e trasferisce i dati filtrati alla piattaforma cloud scelta, permettendo di prendere decisioni a lungo termine, eliminare la complessità di implementare e gestire siti di edge e di trarre maggior valore dai dati in edge.
Una delle più importanti sfide che devono affrontare le aziende nel passaggio verso un mondo multicloud è quella dell’esecuzione delle applicazioni IT su più piattaforme. Fin dall’inizio, la nostra missione è rendere invisibile l’infrastruttura ai nostri clienti in modo che possano concentrarsi sulle applicazioni senza preoccuparsi di dove risiedono. Xi Cloud Services è l’evoluzione di questo viaggio verso tale invisibilità intrapreso insieme ai nostri clienti”, ha sottolineato Dheeraj Pandey, CEO di Nutanix.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 28/11/2018

Speciali

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito