Logo ImpresaCity.it

Nasce a Genova la prima academy di Microsoft dedicata all’Intelligenza Artificiale

Il debutto in questi giorni con la prima edizione del corso per Data Scientist, a cui partecipano 25 laureati provenienti da tutta Italia

Prende sempre più corpo il piano “Ambizione Italia” di Microsoft: in collaborazione con il partner Digital Tree e con l’Università degli Studi di Genova prende infatti il via il progetto Maia, che sta per “Microsoft AI Academy” e indica un’iniziativa finalizzata alla formazione di profili professionali per il mercato del lavoro 4.0.  

Il decollo ufficiale avviene in questi giorni con la prima edizione del corso per Data Scientist, a cui partecipano 25 laureati selezionati da tutta Italia, che saranno inseriti in azienda al termine dell’iter formativo. Il corso impegnerà gli studenti per cinque mesi, 576 ore di formazione suddivise su tre moduli, con 174 ore per Big Data, 198 ore per Data Science e 204 ore per Artificial Intelligence, con un esame finale per ottenere un Microsoft Professional Program Certificate.  

“Dal World Economic Forum - sottolinea Claudia Angelelli, responsabile dell'area tecnica della divisione partner di Microsoft Italia – è emerso che Internet mobile ad alta velocità, intelligenza artificiale, big data analytics e cloud domineranno il periodo dal 2018-2022 come driver che influenzano positivamente la crescita del business. Maia ha il duplice obiettivo di formare giovani su tali competenze e di metterli in contatto con le aziende che stanno investendo nell’intelligenza artificiale come motore di innovazione tecnologica, in linea con il progetto Ambizione Italia, con cui Microsoft e i suoi partner si propongono di diffondere in Italia le migliori skill per affrontare il mondo del lavoro che verrà”. 
management digital tree con claudia angelelli microsoftIl management di Digital Tree con Claudia Angelelli di Microsoft (al centro)
L’opportunità di ingresso in MAIA è estesa a laureati provenienti da tutto il territorio nazionale, ma per sottoporre la propria candidatura è necessario possedere un diploma di laurea in discipline STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica), anche se saranno tenute in considerazione candidature di studenti laureati in altre materie, tenendo conto anche della motivazione e degli interessi personali verso la professione, nonché all’eventuale formazione extra curriculare.  

“Abbiamo raggiunto un importante obiettivo nella realizzazione di Maia e un passo avanti verso la creazione di competenze intorno al tema di Intelligenza Artificiale, mission principale di Digital Tree. Siamo consapevoli che in un futuro molto vicino ci sarà enorme richiesta di queste professioni e noi vogliamo preparare i giovani al mercato. A marzo 2019 partirà la seconda edizione, su cui abbiamo già ricevuto tante candidature, con un interesse molto elevato anche da parte delle aziende”, conclude Edoardo Carpiceci, general manager di Digital Tree.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 10/10/2018

Speciali

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito

speciali

Red Hat Open Source Day 2018, l’open source ridisegna il mondo