Nel 2020 traffico IP triplicato

Nel 2020 traffico IP triplicato

Le stime di crescita secondo il Cisco Visual Networking Index: l'aumento del traffico sostenuto dalla progressione dell'IoT e dei contenuti video

di: Redazione del 20/06/2016 10:51

Technology
 
Il traffico IP globale raggiungerà i 194,4 exabyte al mese entro il 2020, rispetto ai 72,5 exabyte al mese
del 2015. Il tasso dicrescita medio annuo previsto è del 22% Nello stesso periodo, in Italia il traffico  globale raggiungerà i 2,6 exabyte al mese entro il 2020, rispetto ai 849 petabyte al mese del 2015. Quotidianamente le reti IP Italiane entro il 2020 trasporteranno 87 petabyte di dati rispetto ai 28 petabyte del 2015.

E' quanto emerge dall'ultima edizione del Cisco Visual Networking Index. Oltre un miliardo di nuovi utenti Internet entreranno a far parte della comunità globale di Internet, passando da tre miliardi nel 2015 a 4,1 miliardi entro il 2020. In Italia nel 2020 la popolazione Internet supererà i 42 milioni (pari al 71% della popolazione) rispetto ai 38 milioni del 2015 (64% della popolazione).

cisco-index.jpg
La trasformazione digitale, basata sull’adozione di dispositivi personali e l’attivazione di connessioni M2M (machine-to-machine), avrà un impatto sempre maggiore sulla crescita del traffico. “Nel corso dei prossimi cinque anni, affermano gli autori dello studio, le reti IP globali supporteranno fino a 10 miliardi di nuovi dispositivi e connessioni, passando da 16,3 miliardi nel 2015 a 26,3 miliardi entro il 2020  Secondo le proiezioni, i dispositivi e le connessioni pro-capite saranno 3,4 entro il 2020, rispetto ai 2,2 nel 2015. In Italia saranno 482,3 milioni i nuovi dispositivi connessi nel 2020, rispetto ai 276,9 del 2015, con 8,1 dispositivi connessi a testa, rispetto a 4,6 del 2015”.

Le innovazioni nell’ambito dell’Internet of Things (IoT) continuano a favorire la crescita del traffico IP nel mercato. “Le applicazioni come la videosorveglianza, i contatori intelligenti, le soluzioni digitali per il monitoraggio della salute così come altri servizi M2M stanno generando nuovi requisiti di rete e una crescita del traffico. Globalmente, le connessioni M2M cresceranno di quasi tre volte, passando da 4,9 miliardi nel 2015 a 12,2 miliardi entro il 2020, rappresentando circa la metà (46%) del totale di dispositivi connessi”.  

In Italia, i moduli M2M nel 2020 rappresenteranno il 66% (316.0 million) di tutti i dispositivi connessi rispetto al 50% (138.4 million) del 2015, pari a una crescita annua del 18% (CAGR). Il segmento consumer dei dispositivi medici connessi sarà il settore con la maggior crescita (a cinque cifre) di connessioni M2M dal 2015 (144 milioni) al 2020 (729 milioni). Il segmento dei dispositivi home connessi registrerà il più grande volume di connessioni M2M nel corso del periodo preso in esame con 2,4 miliardi di connessioni nel 2015 che diventeranno 5,8 miliardi entro il 2020 – circa la metà di tutte le connessioni M2M.   

I servizi e i contenuti video continueranno ad essere le applicazioni dominanti rispetto a tutte le altre. Il video su Internet rappresenterà il 79% del traffico Internet globale entro il 2020, rispetto al 63% nel 2015 (lo stesso in Italia, dove il traffico video rappresenterà il 79% del traffico Internet complessivo, in salita dal 60% del 2015). Nel mondo, entro il 2020, si raggiungeranno tre trilioni di minuti al mese di video su Internet, che corrispondono a cinque milioni di anni di video al mese, o a circa un milione di minuti video ogni secondo. Il video Internet HD e Ultra HD costituiranno l’82% del traffico video Internet entro il 2020, rispetto al 53% nel 2015, in Italia, il video HD e Ultra HD costituirà il 69% del traffico video Internet entro il 2020, rispetto al 33% del 2015.



Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota