Fortinet: la versione 5.4 di FortiOS protegge la rete segmentata

Fortinet: la versione 5.4 di FortiOS protegge la rete segmentata

Fortinet aggiorna il sistema operativo per la sicurezza delle reti. Nuove funzionalità consentono alle aziende di dare vita a strategie di isolamento protettivo dei segmenti di rete

di: Redazione ImpresaCity del 02/03/2016 12:20

Technology
 
Fortinet ha presentato una nuova versione del suo sistema operativo FortiOS. La versione 5.4 dell’OS di rete (già disponibile per la clientela interessata al suo aggiornamento) punta a ottenere una migliore difesa dalle minacce moderne ( ATP, Advanced Threat Protection) : da un lato firewall di segmentazione interna della rete come richiesto da una ricerca di mercato sui CSO e dall’altra un’architettura di accesso sicuro in un ‘epoca di Byod imperante.
fortios54.jpg
All’interno di uno scenario – che secondo Gartner prevede che nel 2016 verranno utilizzati globalmente 6,4 miliardi di oggetti connessi , espandendo esponenzialmente le aree d’attacco e le sfide di sicurezza affrontate dalle aziende - il rinnovato FortiOS elimina la complessità nella difesa contro le minacce avanzate. Grazie alla nuova configurazione e alle funzionalità di analisi integrate in FortiOS 5.4, le aziende possono implementare Internal segmentation firewall (ISFW) e un’architettura di accesso sicuro alla rete che consente di andare oltre la tradizionale difesa perimetrale e porre in essere strategie di sicurezza potenziata multi-livello.
Con FortiOS 5.4 arrivano i nuovi FortiGuard Mobile Security Service
. FortiOS 5.4 introduce infatti un nuovo servizio in abbonamento dei FortiGuard Labs per la protezione contro il Mobile Malware. L’aumento dell’utilizzo di dispositivi portatili in azienda non mostra rallentamenti e ha reso questi device un obiettivo primario per i cyber criminali. Sfruttando la threat intelligence dei FortiGuard Labs, FortiOS riceve costanti aggiornamenti di intelligence relativa al mobile per offrire una protezione automatica contro le minacce emergenti che bersagliano piattaforme Android, iOS e Windows.Particolarmente accurata l’integrazione con le principali reti SDN del mercato comprese in particolare NSX di Vmware e ACI di Cisco.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota