Nuova micro architettura Intel, più potenza per le workstation Dell

Nuova micro architettura Intel, più potenza per le workstation Dell

I nuovi modelli della serie Workstation Dell Precision Mobile utilizzano processori della famiglia Intel Core di sesta generazione e Intel Xeon E3 v5 basati sulla nuova super performante architettura di processore, nome in codice Skylake

di: Redazione del 02/02/2016 13:27

Technology
 
Si tende spesso a considerare l’hardware un prodotto pressoché indifferenziato, qualunque sia il fornitore, ma la realtà è del tutto diversa. La personalizzazione e ingegnerizzazione dell’hardware fanno la differenza. Come realizzare tutto questo? Attraverso tutta una serie di attività congiunte con i leader della tecnologia. Ne è una testimonianza diretta la partnership storica di Dell con Intel, che ha da sempre consentito di mettere a punto sistemi all’avanguardia, migliorando progressivamente efficienza e performance.

intel-dell-5510.png
È il caso del recente annuncio dei nuovi modelli Dell Precision Mobile Workstation: i modelli M3000 3510, M5000 5510 e M7000 7710 e 7510, declinabili in una pluralità di configurazioni, rappresentano, infatti, quanto di più originale e innovativo si possa oggi esprimere nell’ambito della tecnologia workstation. Gli incrementi di prestazioni sono mediamente del 20% - 30% a livello di CPU, del 40% a livello di memoria e del 30 % a livello grafico rispetto alla precedente generazione di processori. 

Nessuna operazione risulta troppo complessa per le nuove workstation. Tutto questo grazie, soprattutto, all’utilizzo di nuovi processori Intel Xeon E3-1500M v5 che vanno ad affiancare l’offerta basata su processori Intel Core i5 e i7di sesta generazione. L’architettura conosciuta con il nome in codice Skylake delle nuove CPU Intel offre maggiore scalabilità, prestazioni, basso consumo ed elevate performance grafiche.  


È la prima volta che Dell utilizza processori Intel Xeon su proprie workstation portatili, un’evoluzione che è stata resa possibile dalla nuova architettura pensata appunto per garantire un’eccellenza di prestazioni senza precedenti in ambito workstation mobile. Il contributo di innovazione da parte di Intel non si limita peraltro alle sole CPU, ma si estende ad altre tecnologie come per l’appunto l’ultima versione di Thunderbolt 3.0 che permette l’utilizzo di docking station, dando così la possibilità agli utenti di mettere a punto un workplace aperto all’utilizzo di tutte le periferiche e display esterni in alta risoluzione. Vuol dire poter trasferire e accedere a grandi e complessi file di progetti 3D, video e multimediali con la massima velocità e affidabilità. 

La famiglia di processori Intel Xeon E3-1500M v5 garantisce migliori performance di I/O, ottimizzazione e accelerazione nell’accesso a programmi e file più utilizzati, una più veloce esecuzione delle applicazioni, incremento del throughput e maggiore sicurezza dei dati. Uno sforzo considerevole è stato fatto inoltre per integrare una serie di funzionalità di sicurezza, con gestione remota, contribuendo a ridurre il downtime e a limitare le interruzioni IT, spingendo allo stesso tempo le performance grafiche.  

La potenza dei nuovi processori Intel è inoltre ottimizzata per le applicazioni del mondo workstation come SolidWorks, Autodesk e Adobe. Sono quindi disponibili soluzioni completamente ottimizzate e testate nei diversi ambienti, che aiutano i clienti a trarre il massimo vantaggio dalle potenzialità del software e conseguire massima efficienza e prestazioni superlative nelle molteplici e specifiche attività. 

Le tecnologie Intel sull’ultima generazione di workstation Dell che concorrono al raggiungimento di queste prestazioni si possono così riassumere:

  • Intel Turbo Boost Technology 2.0, ovvero gestione intelligente delle prestazioni: contolla dinamicamente perfomance e potenza sia a livello di core che di grafica incrementando la potenza quando serve e abbassando, invece, i consumi quando la macchina non lavora a pieno regime
  • Intel Active Management Technology, semplifica la gestione della workstation massimizzando la produttività
  • ECC (Error Correcting Code), tecnologia che riduce al massimo la perdita dei dati mentre si lavora, perché rileva e ripara automaticamente d in tempo reale gli errori che causano corruzione dei dati e crash di sistema.
  • Intel Iris Pro, prestazioni grafiche avanzate consentono esperienze utente visivamente avanzate con costi complessivi di gestione più contenuti.


Per maggiori informazioni circa le Workstation Dell clicca qui
Per informazioni circa tecnologie Intel : www.intel.it 
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota