Cisco: da Expo un punto di partenza per costruire l’Italia digitale

Cisco: da Expo un punto di partenza per costruire l’Italia digitale

Cisco: "Una “città” da 250.000 visitatori al giorno pienamente funzionale, sicura ed efficiente ha dimostrato ciò che è possibile realizzare oggi con le tecnologie dell’Internet of Everything".

di: Redazione ImpresaCity del 03/11/2015 09:07

Technology
 
Creare una città intelligente e completamente interconnessa, che ha permesso a visitatori, paesi partecipanti, organizzatori di trascorrere sei mesi nel futuro, sperimentando in prima persona le opportunità di vivere, lavorare e divertirsi nell’era dell’Internet of Everything. E’ questa la sfida tecnologica senza precedenti affrontata da Cisco, Official IP Networks & Solutions Partner di Expo Milano 2015,  grazie ad una infrastruttura di rete che ha saputo sostenere il crescente successo della manifestazione e ha consentito di gestire in modo funzionale, sicuro, efficiente e sostenibile un evento di portata globale. 
Expo Milano 2015 è così diventata la prima manifestazione mondiale di questo livello che può definirsi “full IP”: ovvero una manifestazione in cui si sono basate interamente sul digitale la gestione di tutte le infrastrutture, la gestione e interconnessione di  tutti i sistemi e servizi realizzati dagli altri partner della manifestazione - dalla sicurezza all’energia, dall’illuminazione ai pagamenti -  la risposta alle esigenze dei  paesi partecipanti e l’esperienza dei visitatori.  
Inoltre, Expo Milano 2015 ha rappresentato per Cisco anche l’opportunità di mostrare al mondo come con le tecnologie dell’Internet of Everything si possano affrontare i temi della tracciabilità e della sicurezza alimentare. 
Per tutta la durata della manifestazione, nel Supermercato del Futuro di Coop nel Future Food District  sono state in vendita edizioni limitate di pasta (formato farfalle) e sugo al basilico Barilla prodotte applicando la piattaforma tecnologica Safety For Food, in un progetto realizzato da Cisco in collaborazione con l’azienda italiana Penelope SpA e NTT Data Italia. 
Safety For Food è una piattaforma che permette di tracciare il percorso di un prodotto - dall’ origine delle materie prime alle fasi e luoghi di lavorazione, fino alla distribuzione – ed anche di comunicare la sua “storia” dal campo alla tavola al consumatore, attraverso una applicazione accessibile da un codice QR posto sulle confezioni. 
Con Expo Milano 2015 è nato un modello tecnologico, ma anche un modello progettuale di collaborazione e partecipazione fra i diversi attori e partner che costituisce un punto di riferimento per la realizzazione delle comunità intelligenti di oggi e del futuro” sottolinea Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia.  “Abbiamo dimostrato dal vivo a milioni di visitatori, fra cui anche più di 400 dei nostri clienti di tutto il mondo, le cose incredibili che si possono fare connettendo in modo nuovo le persone, i dati, gli oggetti, i processi; abbiamo anche permesso ai paesi partecipanti, che nell’80% dei casi hanno scelto di usare nostre soluzioni anche nei padiglioni e nei cluster, di sviluppare in modo coinvolgente il tema di Expo e la loro presenza e di sperimentare in prima persona il potenziale dell’Internet of Everything.  Possiamo dire con orgoglio di avere contribuito al successo di questa manifestazione, nel nostro ruolo di partner: e vogliamo fare di quanto abbiamo dimostrato e di quanto abbiamo imparato un punto di partenza per accelerare il percorso dell’Italia verso il suo futuro digitale”.
L’infrastruttura di rete estremamente innovativa, basata su 360 km di fibra ottica posata da Telecom e oltre 2.700 punti di accesso alla rete Wi-Fi realizzata interamente da Cisco,  è stata per così dire il “sistema nervoso” della smart city, sulla quale si sono integrati tutti i sistemi ed i servizi che hanno consentito a tutti di vivere al meglio l’esperienza Expo. 
Quantità enormi di dati e informazioni sono state processate e instradate online dai due data center realizzati da Cisco, “nascosti” sotto le aree servizi ai lati del Decumano;  tutto quanto realizzato ed erogato è stato protetto con soluzioni di sicurezza digitale di nuova generazione, dedicate specificamente agli ambienti come Expo – e come sempre più saranno le nostre città – in cui il cloud e la mobilità sono preponderanti.
La scelta di adottare una rete WI-FI dinamica e intelligente, in grado di adeguarsi alle priorità del momento, ha permesso di sostenere con elasticità il peso tre tipi di traffico: quello generato dalle applicazioni utilizzate dietro le quinte - ad esempio il traffico video generato dal sistema di videosorveglianza - quello generato dalle attività dei paesi e dello staff organizzativo e quello prodotto dai visitatori nel vivere e condividere la loro esperienza Expo” spiega Fabio Florio, Business Development Manager ed Expo 2015 Leader di Cisco Italia. “A partire da questo e con l’impegno eccezionale delle circa 150 persone persone del team che si è dedicato a Expo, fra personale nostro e del nostro partner Italtel, abbiamo potuto assicurare continuità e qualità all’esperienza Expo di tutti coloro che l’hanno visitata e ci hanno lavorato”.
Tag notizia:

Potrebbe anche interessarti:

 

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota