Campania prima regione italiana a completare il progetto per la banda ultralarga

Campania prima regione italiana a completare il progetto per la banda ultralarga

L'investimento complessivo è stato di oltre 175 milioni di Euro, di cui 118 milioni di fondi pubblici europei e 57 milioni a carico di Telecom Italia.

di: Redazione ImpresaCity del 23/10/2015 09:34

Technology
 
Si è concluso in Campania il programma relativo alla realizzazione della rete di nuova generazione in fibra ottica per fornire la banda ultralarga e favorire il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea.
Il programma di posa della fibra ottica ha coinvolto 155 comuni campani, vale a dire 36 in più rispetto ai 119 inizialmente previsti. Sono state connesse 1 milione e 147mila unità immobiliari con collegamenti da 30 a 100 Mbps per un bacino di oltre 2 milioni e 800mila abitanti, 16 aree industriali, oltre 1400 sedi della Pubblica Amministrazione, di cui 275 tra ospedali e sedi sanitarie, 562 istituti scolastici  e 183 sedi delle Forze Armate.
Dall’avvio dei lavori, avvenuto nell’estate del 2014 a Giffoni Valle Piana (Salerno), Telecom Italia ha posato più di 6mila chilometri di cavi in fibra ottica, interessando 174 aree di centrale, per realizzare le infrastrutture di rete passiva previste dal progetto.
Telecom Italia sta inoltre provvedendo, con propri investimenti, ad effettuare gli interventi per l’installazione dell’elettronica necessari ad erogare i servizi ai cittadini, alle imprese e alla pubblica amministrazione. Ad oggi i  servizi a banda ultralarga sono già attivi in circa 90 comuni tra quelli previsti dal piano, numero destinato a salire progressivamente nel corso delle prossime settimane.
La nuova infrastruttura di rete in fibra ottica consentirà di dare impulso in Campania a settori strategici quali l’identità digitale, la sanità in rete, l’education, l’infomobilità, e di adottare modelli di città intelligenti a beneficio della qualità della vita dei cittadini e della produttività delle imprese e della pubblica amministrazione.
L’investimento complessivo è stato di oltre 175 milioni di Euro così ripartito: 118 milioni di finanziamento pubblico tramite l’utilizzo dei fondi europei FESR e 57 milioni stanziati da Telecom Italia, che si è aggiudicata il Bando emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico attraverso Infratel Italia, la società del Gruppo Invitalia incaricata di attuare il Piano nazionale Banda Larga e il Progetto strategico Banda Ultra Larga approvato dalla Commissione Europea.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota