Skylake e Windows 10, la scommessa di Intel per i nuovi computer

Skylake e Windows 10, la scommessa di Intel per i nuovi computer

Windows 10 diventa una prodotto chiave con le nuove CPU Intel per bloccare la caduta dei PC sul mercato che sia accompagna al netto declino dei tablet nelle preferenze dei consumatori

di: Redazione ImpresaCity del 22/10/2015 18:25

Technology
 
Insieme con Microsoft,   Intel ha ufficializzato per l’Italia la sesta generazione di microprocessori Core e relativi computer : Windows 10 diventa una prodotto chiave per bloccare la caduta dei PC sul mercato che sia accompagna al netto declino dei tablet nelle preferenze dei consumatori. Intanto l’architettura Skylake delle nuove CPU Intel offre scalabilità, prestazioni, basso consumo ed elevate performance grafiche. Si tratta di chip realizzati con il processo produttivo a 14 nanometri.

intelinside.gif
Per quanto riguarda la scalabilità, l’offerta è declinata in quattro serie, destinate al mercato dei 2 in 1 (Y-Series), dei notebook ultraleggeri (U-Series), dei portatili ad alte prestazioni (H-Series) e dei desktop (S-Series). Soffermandosi sui chip a bassissimo consumo si nota che i modelli vengono ora evidenziati in funzione delle potenza elaborativa con una sigla simile a quella della famiglia Core. Sono presenti infatti il Core m3, m5 e m7, tutti a due unità di elaborazione e quattro thread con un consumo di soli 4,5 watt. La vera differenza è la frequenza di lavoro che parte da 900 MHz e arriva a 1,2 GHz. L’offerta per i notebook si compone dei classici Core i3/5/7, differenti oltre che per il clock (raggiunge i 4,2 GHz nei Core 7 destinati ai desktop ad alte prestazioni) e il Tdp, anche per il numero di core e il controller grafico integrato. Le Cpu della serie 7 hanno infatti 4 core con hyper-threading, la 5 comprende chip a 2/4 core senza hyper-threading mentre i Core i3 sono tutti a 2 core/4 thread.Per quanto riguarda le prestazioni, è stato potenziato il parallelismo nella gestione dei vari nuclei ed è stata aumentata la frequenza di clock, ottenendo un incremento delle performance fino a 2,5 volte rispetto ai modelli di cinque anni fa.
Parlando del consumo, elemento molto importante nel segmento dei tablet e degli ultrabook, da un lato è stato ridotto il Tdp e dall’altro sono stati migliorati i meccanismi per il contenimento energetico con l’introduzione della tecnologia Speed Shift. Questa si prende carico di regolare l’alimentazione di tutti i sottosistemi in funzione del carico di lavoro, assicurando così un’autonomia che può raggiungere le 10 ore.Il nuovo controller grafico integrato garantisce un aumento delle prestazioni del 40% rispetto a quello delle generazioni precedenti e di ben trenta volte se rapportato alle soluzioni di un lustro fa. Si tratta di un elemento che supporta molte caratteristiche specifiche di Windows 10 ed è in grado di gestire in hardware la compressione/decompressione secondo gli standard video più importanti come l’AVC/H.265.
Molto interessante la possibilità di coordinare fino a tre monitor a standard 4K.Tra le altre peculiarità della nuova piattaforma ricordiamo la gestione dell’interfaccia Thunderbolt 3 e la possibilità di interagire con le docking station WiGig wireless che permettono di collegare automaticamente periferiche come il monitor o la stampante.
.La piattaforma Intel Core di sesta generazione farà progredire ulteriormente l'iniziativa "No Wires" di Intel per offrire la migliore esperienza wireless display oggi disponibile grazie a WiDi e Pro WiDi. Questa tecnologia permette agli utenti di condividere facilmente i contenuti del loro computer su una TV, un monitor o un proiettore, senza il disordine di cavi e dongle.
La famiglia di processori Intel Core di sesta generazione contribuisce ad ottimizzare le funzionalità di Windows 10 come Cortana e Windows Hello , per un'interazione più fluida e naturale con la tecnologia. I dispositivi dotati di fotocamera Intel RealSense utilizzata congiuntamente con Windows Hello permettono di accedere al computer tramite il riconoscimento facciale. In molti sistemi basati su processori Intel Core di sesta generazione è inoltre disponibile la tecnologia True Key di Intel Security, per offrire un'esperienza sicura di accesso ai dispositivi e ai siti Web senza la necessità di doversi ricordare le password di ogni sito.

In Intel si parla di un mercato potenziale di un miliardo di personal computer più vecchi di tre anni che potrebbero essere sostituiti grazie all'introduzione di Windows 10. Più di 500 milioni di computer attualmente in uso hanno tra i quattro e i cinque anni di vita o sono ancora più datati. Si avviano lentamente, le loro batterie non durano a lungo e non sono in grado di trarre vantaggio da tutte le nuove esperienze oggi disponibili.   Molto positivamente sul successo dell’operazione si è espresso Maurizio Riva, Direttore Clienti Multinazionali di Intel EMEA, nel presentare la nuova ve serie di prodotti di vari vendor (Acer , HP e Lenovo) che fanno leva sull’interesse dimostrato dal mercato per i cosiddetti ibridi o convertibili o due in uno.Anche in Lenovo , che se la vede con HP per le maggiori percentuali di mercato , l’arrivo della accoppiata Windows 10 e CPU Intel Skylake potrebbe dare una mano a una ripresa di interesse dei consumatori in un mercato PC che gli analisti giudicano in calo a fine anno con una percentuale attorno al 7 percento.
Nei prossimi mesi, Intel prevede di introdurre più di 48 processori della famiglia di processori Core di sesta generazione, dotati di grafica Iris e Iris Pro, nonché la famiglia di processori Xeon E3-1500M per workstation portatili e i processori Core vPro di sesta generazione per piccole e medie imprese e grandi aziende. Una varietà di dispositivi con una vasta gamma di fattori di forma sarà disponibile nel corso dei prossimi mesi presso i produttori di tutto il mondo.  
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota