Torino: al via il “Digital Championship”, il talent per scoprire i migliori talenti digitali

Torino: al via il “Digital Championship”, il talent per scoprire i migliori talenti digitali

L’iniziativa ha l’obiettivo di diffondere la cultura digitale nel Paese e promuovere l’innovazione sociale. Il Talent toccherà anche le città di Cagliari, Ancona, Palermo, Padova, Napoli e Roma.

di: Redazione ImpresaCity del 24/04/2015 09:28

Technology
 
Si è tenuta alla Scuola Holden di Torino la prima tappa del Digital Championship, il Talent dell’innovazione promosso da Telecom Italia e dall’Associazione Digital Champions per sostenere i migliori talenti digitali del Paese.
Questa iniziativa, realizzata nell’ambito delle attività di Corporate Social Responsability di Telecom Italia - #ilfuturoèditutti, ha l’obiettivo di individuare i migliori progetti sul territorio, nell’ambito della cultura digitale e dell’innovazione sociale, che possano essere utili alla collettività, favorendo così tutte le attività di sostegno all’innovazione e allo sviluppo del Paese.
Tra i cinque progetti presentati per l’area nord ovest, Paolo Dal Checco è il talento digitale che con il suo progetto DEFT Linux (piattaforma Open Source gratuita per l’attività di indagine su apparecchiature tecnologiche utilizzata da Forze dell'Ordine di tutto il mondo e tecnici informatici forensi per attività d'indagine su computer, reti, cellulari e apparecchiature tecnologiche) ha conquistato la platea e la giuria presieduta da: Giuseppe Recchi, Presidente di Telecom Italia, Enzo La Volta, Assessore Sviluppo, Innovazione, Ambiente e Verde Comune di Torino, Marcella Logli, Direttore Corporate Social Responsability Telecom Italia e Marco Boglione, Fondatore e Presidente BasicNet Spa.
Digital Championship proseguirà durante l’anno alla ricerca dei talenti digitali nelle città di Cagliari, Ancona, Palermo, Padova e Napoli, con una tappa conclusiva a Roma.
I Campioni Digitali saranno al fianco degli amministratori pubblici sui temi del digitale, muovendosi come difensori del cittadino in caso di assenza di diritti digitali (banda larga, wi-fi, PA digitale, educazione al digitale) e promuovendo, anche con il ricorso al crowdfunding, progetti locali di alfabetizzazione digitale.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota