Huawei accelera il percorso verso i servizi NFV

Huawei accelera il percorso verso i servizi NFV

L’Open Lab sarà ha l'obiettivo di accelerare lo sviluppo di un ecosistema aperto per infrastrutture, piattaforme e servizi in ottica NFV

di: Redazione del 23/01/2015 14:34

Technology
 
Huawei ha inaugurato l’innovativo Network Functions Virtualization (NFV) Open Lab a Xi'an, in Cina, dedicato allo sviluppo delle capacità di integrazione con sistemi multi-vendor che incrementerà la disponibilità di servizi all’avanguardia realizzati in collaborazione con clienti, partner e aziende. L’Open Lab sarà in grado di accelerare lo sviluppo di un ecosistema aperto per infrastrutture, piattaforme e servizi in ottica NFV.

unnamed.jpg

La virtualizzazione delle funzioni di rete, nota come NFV, introduce un sostanziale cambio di paradigma nel modo i cui vengono realizzate le reti di telecomunicazioni
, spezzando il legame tra hardware e software. Con NFV le funzionalità di rete ( diventano infatti applicazioni software, denominate VNF (Virtual Network Function). L'NFV, di fatto, è legato concettualmente all'SDN, soltanto che ques'ultimo è l'approccio nato per ottimizzare le architetture di date center, mentre NFV è mirato alla ottmizzazione dei servizi degli operatori di telecomunicazione. Non a caso parte dell'iniziativa Huawei sono Vmware e Red Hat.
L’Open Lab NFV - Howard Liang, Senior Vice President e President Global Technical Services di Huawei - è un centro di innovazione dedicato alla convergenza dell’ICT che ha come obiettivo principale quello di essere aperto e collaborativo e realizzare servizi innovativi in collaborazione con i nostri partner, sviluppando un ecosistema comune di Network Functions Virtualization per condividere nuove conoscenze e aiutare i clienti a raggiungere i propri obiettivi di business”.
NFV consente alle reti tradizionali di telecomunicazioni di evolversi in sistemi più aperti, flessibili e veloci, di ridurre i costi di gestione ed estendere la catena di distribuzione. Tuttavia, affermano in Huawei, nel processo di abilitazione NFV, gli operatori devono affrontare diverse sfide, tra cui garantire la coerenza multi-vendor dei prodotti, l'affidabilità, l'interoperabilità,  affrontare la complessità dell’integrazione creando un'esperienza ottimizzata, e identificare nuove fonti di business. Per far fronte a tutto ciò, Huawei continuerà a sviluppare la sua piattaforma di integrazione di sistemi multi-vendor basandosi su scenari tradizionali e accumulando esperienza attraverso test e nuovi progetti, con l’obiettivo di realizzare una grande piattaforma di analisi dati NFV.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota