Svelato il Masterplan dell'Expo: ecco l'isola dei sogni del 2015

Svelato il Masterplan dell'Expo: ecco l'isola dei sogni del 2015

Si alza il sipario sul progetto del sito per l'Expo 2015, che si configura come un'isola ecosostenibile e "democratica". "Una grande opportunità per Milano" è il commento del sindaco Moratti.

di: Irene Canziani del 27/04/2010 15:00

Technology
 
Un sito ecosostenibile, ricco di verde e di spazi di incontro, concepito come un'isola in cui i cittadini di tutto il mondo potranno vivere un'esperienza indimenticabile all'insegna del tema "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita".
Ieri, con la presentazione del Masterplan 2010 al teatro Strehler di Milano, si è alzato finalmente il sipario sul progetto di Expo 2015.
Presenti all'evento molte istituzioni locali – tra cui il Sindaco di Milano Letizia Moratti e il Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni -  ed esponenti del governo -  tra i quali il Viceministro allo Sviluppo Economico con delega alle comunicazioni Paolo Romani e il Viceministro alle Infrastrutture Roberto Castelli.
Ad illustrare il Masterplan è stato Renzo Gorini, Direttore Infrastrutture Expo 2015: al suo fianco sono intervenuti gli architetti di fama internazionale Stefano Boeri, Ricky Burdett e Jacques Herzog, che insieme a progettisti senior e giovani neolaureati della società Expo 2015 S.p.A. hanno sviluppato il progetto.
Ma come si configurerà il sito espositivo?
Situato a pochi chilometri dal centro di Milano, il sito sarà innanzitutto caratterizzato da un'impostazione ecosostenibile. Gli edifici saranno progettati per essere smontati, riutilizzati o riciclati; secondo quanto affermato dai progettisti, sarà perseguita la massima efficienza energetica, dalla riduzione dei rifiuti non riciclabili, all'alta percentuale di raccolta differenziata per il riciclo, alla valorizzazione energetica, dalla riduzione dei consumi, all'utilizzo dell'acqua di falda, all'energia elettrica verde e autoprodotta all'interno del sito.

svelato-il-masterplan-dell-expo-ecco-l-isola-dei-s-2.jpg

Nel progetto, l'area è modellata come un paesaggio unico: un'isola circondata da un canale d'acqua e strutturata intorno a due assi perpendicolari di forte impatto simbolico, il Cardo e il Decumano della città romana.
Sull'asse principale affacceranno i lotti assegnati a tutti i paesi partecipanti, secondo un principio "democratico": ogni diciotto metri un nuovo paese, con uguale importanza e uguali possibilità di contribuire allo sviluppo del tema.

svelato-il-masterplan-dell-expo-ecco-l-isola-dei-s-3.jpg

Perpendicolarmente al Decumano si sviluppa il Cardo, lungo il quale si trovano i lotti assegnati all'Italia, alle sue regioni, città e province. Uno spazio aperto, composito e godibile, dove sarà presenterà la ricchezza del Made in Italy in tema di alimentazione.
Il punto di unione dei due assi, una grande piazza di oltre 4.000 metri quadrati, è il centro virtuale dell'intero sito e costituisce il luogo in cui il mondo e l'Italia simbolicamente si incontrano. A nord del Cardo troviamo poi Palazzo Italia, che sarà il luogo dell'accoglienza italiana e il sito dove si svolgeranno le cerimonie ufficiali, e Lake Arena, un grande specchio d'acqua in grado di accogliere fino a 24 mila persone e che sarà dedicato agli eventi di intrattenimento.

svelato-il-masterplan-dell-expo-ecco-l-isola-dei-s-1.jpg

Un progetto ambizioso dunque, destinato anche a ridisegnare lo stesso volto della città di Milano e il suo ruolo a livello internazionale.
"Expo lascerà un patrimonio importante in eredità alla città - ha spiegato il sindaco Moratti - un patrimonio che comprenderà anche il recupero del sistema delle cascine milanesi, l'area del sito espositivo e il 'parco Expo', il più grande d'Europa, 800 ettari che dalla Darsena si estenderanno fino a Rho-Pero. È una grande opportunità, per la città, di affermare la propria vocazione di capitale economica del Paese, di capitale dell'innovazione, della ricerca, della cultura e del volontariato".
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota