WatchGuard XTM Enterprise, i nuovi appliance per la protezione della rete

WatchGuard XTM Enterprise, i nuovi appliance per la protezione della rete

WatchGuard annuncia gli appliance delle serie XTM 800, 1500 e 2500, dotati di architettura Intel Ivy Bridge, potenti e facili da gestire.

di: Daniele Preda del 11/02/2013 11:00

Technology
 
WatchGuard Technologies ha sviluppato sette nuovi appliance di rete della serie XTM, o Extensible Threat Management. Si tratta di dispositivi per la sicurezza di rete, pensati per l’integrazione nelle reti aziendali e per proteggere l’infrastruttura dagli attacchi esterni. 
Per soddisfare le esigenze di security e performance, allo stesso tempo, WatchGuard ha rinnovato l’hardware che viene integrato nelle soluzioni professionali, adottando la potente piattaforma Intel Ivy Bridge
Questi potenti e parsimoniosi processori, già ampiamente impiegati nelle configurazioni desktop e server da molti mesi, sono state abbinate al chipset Cave Creek e offrono un’elevata potenza di calcolo, indispensabile per accelerare le operazioni di controllo e non impattare negativamente sul trasferimento dei pacchetti in transitoCon le versioni XTM 850, 860, 870, 870-f, 1520, 1525, 2520 WatchGuard introduce apparati con performance scalabili e capaci di garantire una maggiore sicurezza dei dati, rispetto alle precedenti generazioni.
watchguard-utm-enterprise-appliance-con-architettu-1.jpgXTM 2520Nel dettaglio, le varianti XTM 1520, 1525 e 2520 sono stati sviluppati per ambienti enterprise, data center e MSS (Managed Security Services).
watchguard-utm-enterprise-appliance-con-architettu-2.jpgXTM serie 1500La suite di gestione di questi appliance consente un controllo completo a livello amministrativo, pur mantenendo una buona facilità di intervento, in termini di uso e configurazione. 
Per le aziende di dimensioni medio/grandi, WatchGuard ha rinnovato tutta la serie XTM 800che, come i modelli di fascia più alta, sono dotato di processori Xeon multi-core e tecnologia QuickAssist. Tra le peculiarità dei nuovi dispositivi, il sistema di routing dinamico, Wan Failover, server load balancing e link aggregation.
watchguard-utm-enterprise-appliance-con-architettu-3.jpgXTM serie 800Per il filtraggio dei pacchetti e l’analisi di sicurezza, il produttore si affida alle tecnologie di scansione sviluppate ad hoc dai partner Websense, AVG e Broadweb. Oltre alle potenzialità della piattaforma hardware, i modelli XTM adottano l’ultima versione del firmware 11.7, dotata di sistemi di filtragio URL avanzati e applicazioni VPN per dispositivi mobile che utilizzano iOS e Android. Il pacchetto comprende nuove policy di gruppo e il supporto IPV6 e VPN L2TP. Per facilitare la configurazione e  l’installazione in sedi remote, gli appliance sfruttano la funzionalità cloud-base WatchGuard RapidDeploy, che elimina la necessità di una preparazione on site dell’unità.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota