Sirmi, nel 2012 calano server e storage in Italia

Sirmi, nel 2012 calano server e storage in Italia

Sirmi ha reso noti i dati sull’andamento del quarto trimestre dell’intero anno 2012 del settore Digital Technology.

di: Redazione ImpresaCity del 15/02/2013 17:30

Technology
 
Nell’ambito delle proprie attività di ricerche di mercato sulla Digital Technology, Sirmi ha reso noti i dati sull’andamento del quarto trimestre dell’intero anno 2012.
sirmi-nel-2012-calano-server-e-storage-in-italia-1.jpg

Nel quarto trimestre del 2012 il mercato dei server registra un fatturato complessivo di 105,9 milioni di Euro, con un forte calo (-28,1%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.Ancora più consistente il decremento delle unità vendute (-31,5%).
A livello annuale, il calo del fatturato rispetto al 2011 raggiunge quasi il -20% e si attesta su un valore di 426,2 milioni di Euro. Anche i volumi decrescono del -23,1%. Da segnalare che i valori totali dell’offerta Sistemi non includono la componente Mainframe, il cui fatturato totalizza nell’intero anno un valore di circa 95 milioni di Euro.sirmi-nel-2012-calano-server-e-storage-in-italia-2.jpg


Il mercato storage mostra nel IV trimestre del 2012 un fatturato in calo del -3,6% rispetto al corrispondente trimestre del 2011, influenzato negativamente dalla componente hardware.
Il valore complessivo di questo mercato raggiunge 140 milioni di Euro circa.
Nell’intero anno, il calo complessivo del comparto è pari al -4,6% e registra un valore di oltre 503 milioni di Euro. Anche in questo caso la componente hardware incide maggiormente sul trend negativo.  
Tutta la componente Server e Storage ha generato nel 2012 un valore complessivo di oltre un miliardo di Euro, e precisamente 1.025.000.000 Euro, registrando un calo complessivo del -11% circa rispetto al 2011.
Tale valore incide sul mercato Hardware complessivo del 2012 per il 14,7%, rispetto al peso percentuale del 15,3% dello scorso anno.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota