Logo ImpresaCity.it

Identità gestita con IBM

Un nuovo software Tivoli facilita la collaborazione con partner e clienti in sicurezza.

Autore: Redazione PMI

IBM ha svelato i dettagli di un nuovo software di gestione delle identità, studiato per gestire in modo sicuro gli utenti IT e il loro accesso alle applicazioni e alle informazioni aziendali.
La nuova release del software IBM Tivoli Federated Identity Manager semplifica la condivisione dei dati tra parti fidate, quali per esempio business partner o divisioni gestite separatamente all'interno di un'organizzazione, con un'integrazione sicura delle applicazioni e tecnologia "single sign on". In questo modo gli utenti possono autenticarsi in un sito web aziendale una sola volta e accedere poi in modo sicuro e integrato alle applicazioni, sia all'interno che all'esterno della propria rete IT.  
Il nuovo IBM Tivoli Federated Identity Manager offre ora alle imprese la possibilità di integrare le principali tecnologie e le architetture di gestione delle identità centrate sull'utente, tra cui OpenID e Information Card Profile che utilizzano Identity Selector quali Microsoft Windows CardSpace e Higgins Identity Frameworks di Eclipse.  
La gestione delle identità centrata sull'utente fornisce un mezzo di gestione delle transazioni di identità che permette ai singoli utenti di avere il controllo sulle informazioni comunicate per identificarsi, senza doversi affidare ai dati condivisi tra un identity provider e un service provider.
Il nuovo software IBM di gestione delle identità federate supporta una vasta gamma di standard aperti, tra cui SAML 2.0, WS-Security, WS-Trust, WS-Federation e Kerberos.Inoltre, IBM Tivoli Federated Identity Manager, in bundle con IBM Tivoli Access Manager for e-business e IBM WebSphere Application Server Network Deployment, estende la propria interoperabilità in questa nuova release, che interagisce ora con soluzioni di gestione degli accessi web e software per server applicativi di terze parti. Incorporato in IBM Tivoli Federated Identity Manager vi è anche SOA Identity Service, che offre la possibilità di validare, gestire e verificare le identità attraverso un'ampia gamma di formati e applicazioni di fornitori, per mantenere il contesto delle identità per tutta la durata di utilizzo nella SOA. Il nuovo IBM Tivoli Federated Identity Manager sarà disponibile a livello mondiale entro la fine del terzo trimestre 2008.
Pubblicato il: 21/05/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione