Logo ImpresaCity.it

Windows Server 2008 è arrivato

Dopo 17 mila beta scaricate solo in Italia e un grosso lavoro di preparazione Windows Server 2008 è pronto per essere commercializzato. L'evento di lancio del nuovo sistema operativo Microsoft si concentra nelle giornate del 28 e 29 febbraio, a Milano, dove il produttore ha coinvolto numerosi clienti, partner, professionisti It e sviluppatori. Il debutto italiano sarà accompagnato anche da una serie di appuntamenti locali.

Autore: Redazione PMI

Dopo 17 mila beta scaricate solo in Italia e un grosso lavoro di preparazione Windows Server 2008 è pronto per essere commercializzato. L'evento di lancio del nuovo sistema operativo Microsoft si concentra nelle giornate del 28 e 29 febbraio, a Milano, dove il produttore ha coinvolto numerosi clienti, partner, professionisti It e sviluppatori.
Il debutto italiano sarà accompagnato anche da una serie di appuntamenti locali (in gergo Roadshow) destinati a toccare diverse città italiane. Si parte da Bologna (4 marzo), per poi toccare Padova (6 marzo), Roma (12 marzo), Catania (18 marzo), Bari (1 aprile) e concludersi a Napoli, il 3 di aprile. La nuova versione punta molto sulla virtualizzazione, che secondo Microsoft crescerà in maniera esponenziale nei prossimi anni: se oggi circa il 10% dei server vengono virtualizzati questa percentuale crescerà fino ad arrivare al 40-50%.

[tit:Ma cos'è Windows Server 2008]

Per Windows Server 2008 Microsoft ha lavorato su quattro macrocategorie. Sulla parte relativa alle "fondamenta" è intervenuta per migliorare le performance, la facilità di gestione e la disponibilità del sistema operativo. L'altra area di investimento è quella Web, dove è stato sviluppato maggiormente il motore di pubblicazione, dando spazio ad

windows-server-2008-e-arrivato-3.jpg

applicazioni e siti Web di nuova generazione. La virtualizzazione è un altro plus della piattaforma, che va a includere nei servizi il nuovo Hypervisor (che sarà chiamato Hyper-V e arriverà ad agosto) che è la declinazione della tecnologia di virtualizzazione, che prevede uno strato di software che dialoga direttamente con l'hardware ed espone  dei servizi, consentendo di virtualizzare qualsiasi applicazione anche in contesti mission-critical. In ambito di sicurezza gli sforzi si sono concentrati a livello di codice per migliorare la sicurezza del kernel del sistema operativo stesso ma anche per implementare nuove tecnologie che agevolano la sicurezza di un'architettura server. In quest'ambito rientra la tecnologia NAP, sviluppata da Microsoft con la collaborazione di altri hardware e software vendor.

[tit:il prodotto: le caratteristiche principali]

Con poco più di una mezza dozzina di clic del mouse, e meno di 15 minuti, puoi convertire un singolo server in due server virtuali differenti. Qualche clic del mouse in più, e pochi altri minuti, e avrai tre server virtualiu. I server potranno utilizzare anche Windows Server 2003.
Questi server potranno utilizzare anche Ubuntu o Fedora o OpenSUSE. Dai confini di un solo server box con due processori è possibile lanciare un file server, un web server, un server per collaborazioni e un altro per le e-mail.
windows-server-2008-e-arrivato-1.jpg

Cinque ulteriori clic del mouse e potrai dire al server di creare un backup su di un dispositivo NAS. Un Wizard, invece, ti potrà guidare attraverso il set-up di una delle differenti task di amministrazione e managment.
Windows Server 2008, che è realizzato con lo stesso code di Windows Vista, ha un sistema di sicurezza backed-in con un firewall più automatizzato. Questo renderà possibili parallelismi così come permetterà di aprire soluzioni di input/output così ampie da essere molto più veloce nel trasferire file di qualsiasi dispositivo simile sul mercato oggi.
Microsoft Windows Server 2008 ha mostrato di essere un adattabile software che cambierà il modo in cui network e data center sono costruiti, gestiti e portati su scala industriale.

windows-server-2008-e-arrivato-2.jpg

La fase più importante accadrà più avanti durante quest'anno, quando Microsoft lancerà e supporterà ufficialmente la sua nuova tecnologia di virtualizzazione, oggi in beta testing, che permetterà (tra le altre cose) l'installazione di un sistema operativo Linux in ambiente Windows. Senza considerare la sua tecnologia di virtualizzazione Hyper-V che sarà disponibile alcuni mesi dopo il lancio ufficiale di Server 2008.
 Comunque ci sono già abbastanza nuove funzionalità nel nuovo sistema operativo per renderlo interessante già da oggi come:
a) Una memoria di backup automatica e semplificata, con un wizard per il setup e la gestione;
b) L'abilità, in alcune circostanze, di ridimensionare in modo dinamico le partizioni dell'hard disk in base al bisogno;
c) Un avanzato firewall, con regole di sicurezza sia inbound che outbound significativamente più avanzate rispetto a quelle disponibili su Windows Server 2003;
d) Un wizard di setup per il failover clustering;
e) Un setup talmente semplificato che permette a Win Server 2008 di essere operativo in una frazione del tempo rispetto a quella che era necessaria al Server 2003.
E, non ultimo, l'integrazione con Hyper-V, l'imminente teconologia Mcrosoft di vitrualizzazione che rivoluzionerà il data center per le imprese di tutte le dimensioni.
In più, Microsoft ha aggiunto qualsiasi possibile service che un sistema operativo può supportare al momento. E sono tutti inclusi col solo costo della licenza server.
Come Vista, Windows Server 2008 è stato riequipaggiato con il protocollo SMB 2.0.  Windows Server 2008 ha eliminato un sacco la dipendenza tra i suo servizi. Per esempio, Terminal Service lavora indipendentemente da IIS.



[tit:Per chi vuole toccare con mano]

Per chi volesse "provare" Windows Server 2008, Microsoft ha reso disponibile all'indirizzo www.microsoft.com/windowsserver2008/ un prodotto di prova, gratis, per 30 giorni.
Le versioni "scaricabili" sono cinque e includono la versione standard, ma anche quella per Datacenter e per processore Itanium
Nell'identica pagina è anche possibile optare per una versione identica ma utilizzabile fino al 30 giugno 2008. E' necessario però registrarsi o essere un utente già registrato.

[tit:Per chi vuole approfondire]

Per chi invece volesse "studiare" Windows Server 2008, Microsoft ha reso disponibili una serie di informazioni tecniche all'indirizzo
www.microsoft.com/windowsserver2008/default.mspx
Pubblicato il: 28/02/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni