Logo ImpresaCity.it

Nel 2007 sono nate 342.000 imprese. Roma la più prolifera

Lo scorso anno si sono registrate 342mila nuove iscrizioni, con una crescita del 5,2% rispetto al 2006. Si tratta, con 938 iscrizioni al giorno, del miglior dato dal 2001.

Autore: F.M.

Lo scorso anno sono nate 342mila aziende, con una crescita del 5,2% rispetto al 2006. Si tratta, con 938 iscrizioni al giorno, del miglior dato dal 2001. Lo comunica la Camera di Commercio di Milano in una nota. La provincia con il più alto tasso di natalità è Roma con 25.751 nuove imprese nel 2007, il 7,5% del totale delle iscrizioni, seguita a ruota da Milano con 24.615 baby-imprese (il 7,2%) e da Torino con 15.521.
Milano e Roma guidano, a posizioni invertite, anche la classifica delle province più dinamiche: il capoluogo lombardo ha visto la crescita più elevata in valore assoluto di imprese (+2.234 nuove iscritte) davanti a Roma (2.006) e a Torino (1.362).
Ma è a sorpresa una provincia del Sud, Enna, a registrare il maggior aumento percentuale: con 783 nuove imprese la provincia siciliana ha più che raddoppiato il numero di iscrizioni (+117%) rispetto al 2006.
Un fermento che riguarda però tutta l'area del Sud Italia visto che le successive quattro posizioni sono occupate da Lecce (+26,1%), Caltanissetta (+21,4%), Foggia (+19,2%) e Palermo (+17,7%).
A livello di settori, vincono il commercio (69.520 imprese) e le costruzioni (61.190).
I tassi di crescita più marcati si hanno però nella produzione e distribuzione di acqua, energia elettrica, gas e acqua (+59,1%), nell'intermediazione finanziaria (+19,5%) e nelle costruzioni (+17,3%).
Infine Milano rimane la provincia a maggior densità imprenditoriale: con 338mila imprese rappresenta il 6,5% del totale nazionale. Seguono le 245mila di Roma (4,7%), le 219mila di Napoli (4,2%) e le 200mila di Torino (3,9%). Fanalino di coda Isernia con 7.779 imprese (0,2%).
A livello numerico l'economia italiana resta più legata la commercio grazie ai suoi 1,4 milioni di imprese, che rappresentano il 27,4% dei 5,2 milioni totali. Segue l'agricoltura (17,7%) e le costruzioni (14,9%).
 
Pubblicato il: 07/01/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione