Logo ImpresaCity.it

Il Mise attiva intervento per area di crisi Abruzzo e Marche

Il Ministero dello Sviluppo economico mette a disposizione 32 milioni per i progetti di riconversione e riqualificazione. Domande dal 25 ottobre 2017.

Autore: Redazione Impresacity

In attuazione del “Progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi industriale complessa di “Val Vibrata – Valle del Tronto – Piceno”, approvato con Accordo di programma del 28 luglio 2017, è stato attivato l’intervento di aiuto ai sensi della legge n. 181/1989. La misura, in sintesi, promuove la realizzazione di una o più iniziative imprenditoriali nell’area di crisi abruzzese e marchigiana finalizzate al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all’attrazione di nuovi investimenti.Presentazione della domanda.
Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa – Invitalia (Soggetto gestore) a partire dal 25 ottobre 2017 e fino al 24 novembre 2017 secondo le modalità e i modelli indicati nell’apposita sezione dedicata alla legge n. 181/1989 del sito internet dell’Agenzia medesima. 
Sono ammissibili alle agevolazioni – purché realizzate nel territorio dei Comuni riportati nell’allegato n. 1 alla circolare – le iniziative che: a) prevedano la realizzazione di programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione, con spese ammissibili non inferiori a 1,5 milioni di euro; b) comportino un incremento degli addetti dell’unità produttiva oggetto del programma di investimento.Sono considerati prioritari gli ambiti produttivi dettagliati nell’allegato n. 2 alla circolare. 
Per maggiori informazioni: Aiuti per l’area di crisi industriale complessa di “Val Vibrata – Valle del Tronto – Piceno”.
Pubblicato il: 22/09/2017

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione