Logo ImpresaCity.it

Addio HDS, è il momento di Vantara

La nuova Hitachi Vantara raccoglie in sé prodotti e competenze di HDS, Pentaho e Hitachi Insight Group

Hitachi Data System non c'è più. Non perché sia stata cancellata dal mercato, più semplicemente perché la casa madre Hitachi ha ritenuto fosse il caso di riorganizzare parte delle sue controllate in una nuova organizzazione più concentrata sulle soluzioni e magari meno sui singoli prodotti. Nasce così Hitachi Vantara, che ha assorbito HDS, Pentaho e Hitachi Insight Group.

Per molti versi HDS è un po' il gioiello della corona di Vantara. I suoi sistemi convergenti e di storage faranno da base alle soluzioni della nuova organizzazione, che rispetto a HDS può presentarsi come fornitore più ad ampio spettro per tutte le applicazioni in cui serve l'analisi massiva dei dati. Si spazia dagli ambienti IoT agli analytics per i Big Data, sfruttando il fatto che all'hardware di HDS sono uniti i software di Pentaho e le competenze del Hitachi Insight Group.

analisi-dati-analytics.jpg
Il focus di Vantara è quindi sempre quello di HDS - i dati - spostando semplicemente l'attenzione dallo storage anche verso l'utilizzo a valle e, a monte, verso l'ingegnerizzazione delle soluzioni di analisi dei dati. L'approccio è valido per tutti gli ambienti classicamente coperti da Hitachi: data management, IT infrastrutturale e analytics per le grandi imprese dei settori finance, servizi, manufacturing, telco e trasporti.

Il settore su cui però Vantara si concentra particolarmente nella sua prima fase di operatività è quello delle soluzioni Internet of Things. Non è un caso che al debutto della società si accompagni la presentazione di una nuova versione di Lumada, la piattaforma IoT di Hitachi. La nuova release 2.0 è proposta anche come software commerciale indipendente dall'hardware sottostante ed è stata potenziate nelle funzioni di machine learning e analytics.
Pubblicato il: 21/09/2017

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione