Logo ImpresaCity.it

Confturismo: la digitalizzazione essenziale per le imprese del turismo

Per gli italiani la valorizzazione del patrimonio culturale tramite l'uso delle tecnologie informatiche è un elemento chiave anche nel settore turistico: oltre otto su dieci la ritengono importante per la crescita del settore.

Autore: Redazione ImpreseCity

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano, elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l'Istituto Piepoli, registra, nella rilevazione di aprile, un valore stabile rispetto allo scorso mese di marzo con un valore pari a 63 punti.
L'indagine ha posto in rilievo quanto la "digitalizzazione del turismo", vale a dire la valorizzazione del patrimonio culturale italiano attraverso la digitalizzazione dei servizi con l'utilizzo di tecnologie informatiche sia importante per la crescita del settore turistico.Oltre otto italiani su dieci, la ritengono un elemento importante per il turismo italiano, dimostrando una sempre maggiore consapevolezza che il settore potrà svilupparsi anche grazie a questo fattore
Una buona percentuale di italiani ritengono che il Governo debba concentrare i propri sforzi per la digitalizzazione del turismo, specialmente per quanto riguarda lo sviluppo tecnologico del trasporto pubblico (51%) e le attività culturali online (36%).
Il Presidente di Confturismo-Confcommercio Luca Patanè afferma: "La digitalizzazione è un fattore chiave per la crescita del turismo e proprio per tale ragione gli operatori stanno investendo in questa direzione per rispondere al meglio alle esigenze del viaggiatore."
In questo ambito l'indagine demoscopica evidenzia che, per gli italiani, il Governo dovrebbe concentrare i propri sforzi sulla digitalizzazione del trasporto pubblico e le attività culturali online.
Per i connazionali l'Italia continua a rimanere la meta preferita per il prossimo trimestre. Quasi quattro su cinque hanno intenzione di restare nel Bel Paese per trascorrere le proprie vacanze. Toscana, Puglia e Lazio sono in cima alle preferenze, seguite da Liguria, Emilia Romagna e Sicilia.
Con l'arrivo della stagione estiva, cresce di 13 punti percentuali il numero di italiani che si recheranno al mare nel prossimo trimestre, superando la quota dei viaggiatori che andranno nelle città e località d'arte. La percentuale dei viaggiatori in partenza per una località marittima è in forte aumento anche rispetto al mese di aprile dello scorso anno (+6 punti percentuali).
Per quanto riguarda le mete europee, Spagna e Francia sono le destinazioni europee preferite. Lo studio evidenzia inoltre che la Francia torna ad essere desiderata come meta turistica, specialmente dalle classi d'età meno giovani.
Pubblicato il: 18/05/2017

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?