Logo ImpresaCity.it

La protezione anti-Ddos di Radware su Aws e Azure

L'offerta Cloud Ddos Service garantisce una difesa unificata basata su regole di sicurezza omogenee, coerenti e con una singola interfaccia per applicazioni on-site e public cloud.

Autore: Redazione ImpresaCity

Radware ha iniziato a proporre un servizio gestito unificato di protezione contro gli attacchi Ddos, che integra la difesa dei data center e quella degli ambienti cloud pubblici Amazon Web Services (Aws) e Microsoft Azure.
L'offerta Cloud Ddos Service è rivolta alle aziende che gestiscono applicazioni sia on-site che su cloud pubblici, garantendo una protezione unificata basata su regole di sicurezza omogenee, coerenti e con una singola interfaccia. La proposta comprende e l'accesso a un unico interlocutore dell’Emergency Response Team, un portale Web unificato, un tool di reporting e la stessa tecnologia di protezione contro gli attacchi Ddos per soluzioni cloud e on-site.
Radware sottolinea come la propria soluzione vada al di là di quelle più diffuse e limitate alla protezione dello strato di rete. In particolare, la difesa viene estesa agli attacchi Ddos cifrati in Ssl e allo strato applicativo, coprendo un più ampio ventaglio di attacco.
Il costruttore propone i propri servizi con modalità Always-On oppure On-Demand. Nel primo caso, il traffico applicativo transita sistematicamente per i centri di pulizia cloud di Radware incaricati di rilevare e bloccare gli attacchi in tempo reale. La seconda proposta include il monitoraggio remoto delle applicazioni, il rilevamento automatico di un attacco Ddos, l'invio di un alert proattivo per informare il cliente e la deviazione automatica verso lo stesso centro di pulizia già citato.
Cloud Ddos Service per Aws è già disponibile, mentre la versione per Azure arriverà entro il secondo trimestre.
Pubblicato il: 14/04/2017

Tag: Cloud

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni