Logo ImpresaCity.it

Reggio Emilia: 1 milione di euro per l'internazionalizzazione

Messi a disposizione tra l'altro 200mila euro per i servizi specialistici finalizzati alla definizione di strategie per l’internazionalizzazione (spese relative a Temporary Export Manager).

Autore: Redazione ImpresaCity

Dopo un 2016 segnato da un nuovo record per le esportazioni reggiane (9,5 miliardi, con un +2,7%), la Camera di commercio di Reggio Emilia scende nuovamente in campo con un nuovo consistente investimento a sostegno degli scambi con l'estero.
L'Ente camerale, infatti, ha deliberato lo stanziamento di 1 milione di euro a sostegno  di iniziative di internazionalizzazione da parte delle micro, piccole e medie imprese della provincia.
"Un impegno - sottolinea il presidente della Camera di commercio, Stefano Landi - che abbiamo assunto nonostante la rilevante riduzione delle risorse conseguente alla riforma delle Camere di Commercio, consapevoli non solo della rilevante incidenza dell'export sul valore aggiunto provinciale, ma soprattutto del fatto che dobbiamo puntare ad aumentare il numero delle imprese che si muovono sui mercati internazionali e del valore che - soprattutto parlando di piccole e medie imprese - possono assumere i nostri interventi".
Il nuovo bando camerale per l'internazionalizzazione prevede due differenti misure di intervento. La prima, per il quale sono stati stanziati 800mila euro, è finalizzata alla partecipazione collettiva a fiere all’estero organizzate da ICE–Agenzia o alla partecipazione a fiere all’estero e a manifestazioni internazionali in Italia; la seconda riguarda i servizi specialistici finalizzati alla definizione di strategie per l’internazionalizzazione (spese relative a Temporary Export Manager) e prevede uno stanziamento pari a 200mila euro.
Per la partecipazione a fiere all'estero, il contributo camerale può arrivare a coprire sino al 50% delle spese ammissibili per manifestazioni organizzate dall'ICE (massimo 8.000 euro), mentre passa al 30%  per la partecipazione a fiere all'estero (massimo 6.000) e per gli eventi internazionali in Italia (massimo 3.000).
Le domande per accedere ai contributi camerali potranno poi essere presentate dal 20 aprile al 15 maggio, esclusivamente in modalità telematica all’interno del sistema Webtelemaco di InfoCamere.
L’ammissione a contribuito avverrà sino ad esaurimento dei fondi disponibili.
I contributi potranno essere erogati solo alle imprese che alla data di presentazione della rendicontazione risulteranno iscritte al Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro.  
Pubblicato il: 27/03/2017

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione