Logo ImpresaCity.it

Collaborazione ZTE e Telefónica per l'America Latina

Le due aziende collaboreranno per la costruzione congiunta di un network di grandi dimensioni basato su virtual IP Multimedia Subsystem (vIMS)

Autore: Redazione

ZTE - azienda globale nella fornitura di soluzioni tecnologiche di telecomunicazioni, aziendali e consumer per l’Internet Mobile con sede a Shenzen, in Cina - ha annunciato la collaborazione con la spagnola Telefónica per la costruzione congiunta in America Latina di un network di grandi dimensioni basato su virtual IP Multimedia Subsystem (vIMS). La rete coprirà sette paesi tra Centro e Sud America (Panama, Costa Rica, Nicaragua, El Salvador, Guatemala, Ecuador e Uruguay), fornendo servizi voice over LTE (VoLTE) e voice over Wi-Fi (VoWiFi) ai clienti Telefónica. 

Nell’ambito dell’accordo, ZTE implementerà estesi network VoLTE/VoWiFi basati su vIMS in sette paesi dell’America Latina. La soluzione verrà installata come VNF (virtual network function) sull’infrastruttura di virtualizzazione ZTE. 

"La soluzione vIMS - affermano in ZTE -  possiede funzionalità commerciali carrier-grade a livello di prestazioni del prodotto, oltre che di sicurezza e affidabilità. Consente un’integrazione lineare con le reti proprietarie di Telefónica, e rappresenta il primo step nel programma di virtualizzazione UNICA di Telefónica, nell’ambito del quale viene raggiunta una migrazione lineare all’interno del cloud di UNICA, a seguito di test approfonditi. ZTE collabora già con Telefónica come fornitore chiave di network function virtualization (NFV) e ha già raggiunto capacità di on-boarding sulla soluzione infra UNICA". 

“vIMS è parte della soluzione Cloud UniCore di ZTE, che offre a Telefónica soluzioni di virtualizzazione avanzate e quanto mai concrete”, spiega Ziyang Xu, president of telecom cloud and core network products di ZTE. “Collaboriamo con Telefónica per garantire un’integrazione lineare del nostro IMS NFV verso la piattaforma infra cloud UNICA. ZTE costruirà gradualmente una rete più semplice, flessibile e aperta per gli operatori.”


Pubblicato il: 21/12/2016

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione