Logo ImpresaCity.it

Server, siamo a un punto di svolta?

Gartner stima un ribasso del 6% nelle vendite del terzo trimestre 2016. Lo scenario è in mutamento, ma la direzione non è ancora chiara.

Autore: Redazione ImpresaCity

Il mercato dei server ha subito l'ennesimo ribasso, stimato da Gartner al 6%, nel terzo trimestre 2016. I primi 5 vendor marciano in linea con questa tendenza, tranne Cisco, che invece ha registrato un aumento del 5% nelle vendite.
Con un valore complessivo di 12,7 miliardi di dollari, il mercato si trova oggi a un livello inferiore rispetto a quello di 5 anni fa, quando erano stati raggiunti i 12,9 miliardi di dollari. Anche in termini di unità si osserva un calo, in particolare del 2,6%.
Lo scenario è in forte cambiamento. Cinque anni fa Ibm guidava il mercato e deteneva quasi il 30% in termini di valore, un po' come il suo principale contendente, ovvero Hp. Seguiva Oracle, che aveva acquisito Sun nel 2007, senza mai riuscire a risollevare questo business, ma poteva comunque contare su un 6% di quota di mercato. Alle spalle, si trovava Fujitsu con il 5%. Questi due attori oggi non sono più fra i primi cinque. Oracle, in particolare, dovrebbe bloccare lo sviluppo del sistema operativo Solaris e sembra voler gettare la spugna anche nello sviluppo delle architetture Sparc.
Venendo ai giorni nostri, Hpe e Dell vengono indicati da Gartner come i leader, con quote rispettive del 25,5 e del 17,5%. Al terzo posto si trova Lenovo, con l’8%, mentre Ibm continua ad arretrare e raccoglie al momento il 5% del totale. Per Big Blue, il terzo trimestre ha segnato ulteriore calo del 33%, conseguenza del progressivo distacco dall'hardware e dell'entrata in fine ciclo delle architetture Power8 e mainframe z13.
Come già anticipato, Cisco è l'unico operatore in controtendenza, grazie alla crescita del 5%. Si tratta di una performance notevole, anche perché l'ingresso ufficiale al mercato risale solo al 2009, con una generazione di sistemi convergenti.
Siamo probabilmente in un momento di passaggio, poiché il mercato sta attendendo l'arrivo delle nuove generazioni di processori, a cominciare da Skylake per Intel e arrivare al Power 9 di Ibm e Opteron Zen per Amd. Queste novità faranno la loro apparizione nel corso del 2017. Intel continua a dominare la scena nell'ambito dei microprocessori, ma alcune realtà come Google e Rackspace hanno mostrato un certo interesse per la generazione Power 9 di prossimo arrivo.
Un'ultima considerazione riguarda la differenza della classifica, se osservata in termini di unità. In quest'ultimo caso, sempre dietro Hpe e Dell, si trovano tre fornitori cinesi, ovvero Lenovo, Huawei e Inspur.
Pubblicato il: 05/12/2016

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione