Logo ImpresaCity.it
Iscrizione Webinar

[Videontervista] Luca Zerminiani, Systems Engineering Manager, VMware Italia

L’offerta Software Defined Storage di VMware si declina in due linee di prodotti principali: Virtual SAN, e Virtual Volumes. VSAN è un’emanazione naturale di vSphere ed è costruita sui dischi interni x86, mentre la componente Virtual Volumes è relativa agli storage array esterni che VMware aggancia all’infrastruttura.

Autore: Redazione ImpresaCity

L’offerta Software Defined Storage di VMware si declina in due linee di prodotti principali: Virtual SAN, e Virtual Volumes.
VSAN è un’emanazione naturale di vSphere ed è costruita sui dischi interni x86, mentre la componente Virtual Volumes è relativa agli storage array esterni che VMware aggancia all’infrastruttura.
Come spiega Luca Zerminiani, Systems Engineering Manager, VMware Italia: “VSAN, molto semplice da implementare, è u na soluzione che scala orizzontalmente con le stesse logiche dell’infrastruttura virtuale. Ciò significa che man mano che si aggiungono server non solo si scala nella parte di Cpu e Ram ma anche nella componente storage ed è anche una soluzione vantaggiosa dal punto di vista economico. La versione 6, oggi in general availability, presenta alcune caratteristiche principali che vanno in direzione dell’affidabilità e delle performance: architettura completamente flash nell’ottica di garantire performance ancora maggiori. E’ infatti una versione che va anche in ambiente di produzione enterprise per applicazioni business critical; gestione degli snapshot e dei cloni migliorata in termini di performance; possibilità di andare in ambiente blade. Il tutto fornendo protezione unificata dei dati e abilitando la gestione e l’orchestrazione basate su policy”.
Pubblicato il: 31/03/2015

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione