Logo ImpresaCity.it

Red Hat aggiorna la distribuzione OpenStack

Enterprise Linux OpenStack Platform arriva alla versione 6.0, con migliorie nell’integrazione con Ceph e il supporto del modulo big data Sahara.

Autore: Redazione ImpresaCity

Red Hat ha aggiornato alla versione 6.0 la propria distribuzione cloud OpenStack. Enterprise Linux OpenStack Platform si presenta come un engine che, nell’ultimo aggiornamento, apporta una migliore integrazione con Ceph e nella gestione delle reti. In quest’ultimo ambito, si colloca il supporto di Ipv6, la disponibilità di una modalità ad alta disponibilità per lo strato di network management Neutron e il supporto della virtualizzazione delle schede di rete Pcie.
Rhel OpenStack Platform integra anche il pieno supporto del modulo big data Sahara, che consente di fare provisioning dinamico dei cluster Hadoop su un’infrastruttura OpenStack e include il supporto in modalità preview dei progetti Ironic e TripleO. Il primo è un’evoluzione della tecnologia di provisioning dei server bare-metal e il secondo ha come obiettivo la facilitazione dell’implementazione, amministrazione, manutenzione e aggiornamento dei cloud OpenStack.
Red Hat ha già preparato il terreno per il prossimo engine di OpenStack, che porta il nome in codice Kilo e integrerà una versione finalizzata di Ironic e le funzioni di TripleO.
Pubblicato il: 20/02/2015

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione