Logo ImpresaCity.it

Identity Mixer, per la protezione dati in cloud

IBM propone un algoritmo crittografico per la protezione di dati personali, inclusi i numeri di carta di credito

Autore: Redazione

IBM Research ha annunciato una tecnologia in cloud per migliorare la protezione dei dati personali online dei consumatori, tra cui data di nascita, indirizzi e numeri di carta di credito. La tecnologia, denominata Identity Mixer, utilizza un algoritmo crittografico per codificare gli attributi d’identità certificati di un utente, quali età, nazionalità, indirizzo e numero di carta di credito, in modo da consentire all’utente di rivelare a terzi solo elementi selezionati.
Identity Mixer può essere utilizzato all’interno di un digital wallet, che contiene le credenziali certificate da una terza parte “fidata”, come per esempio una carta d’identità elettronica rilasciata da un’autorità pubblica. È importante sottolineare - affermano in IBM - che l’emittente delle credenziali non è a conoscenza di come e quando esse vengono utilizzate.


“Identity Mixer permette agli utenti di scegliere con precisione quali dati personali condividere, e con chi”, spiega Christina Peters, Chief Privacy Officer di IBM. “Ora i web service provider possono migliorare il loro profilo di rischio e l’affidabilità verso i clienti; e il tutto risiede in cloud, facilitando così la programmazione per gli sviluppatori”. 
Già disponibile per il download e funzionante su smart card, Identity Mixer viene ora messo a disposizione degli sviluppatori come web service in IBM Bluemix, il cloud Platform-As-a-Service (PaaS) di IBM, A partire da questa primavera, gli abbonati a Bluemix potranno sperimentare Identity Mixer nell’ambito delle proprie applicazioni e dei propri web service. Gli sviluppatori potranno scegliere i tipi di dati che desiderano proteggere e Bluemix fornirà il codice che potrà poi essere incorporato nei loro servizi (vedi demo).
Pubblicato il: 02/02/2015

Tag: Cloud

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione