Logo ImpresaCity.it
Iscrizione Webinar

Cloud, ma quanto mi costi?

La riduzione dei prezzi introdotta da Microsoft è consistente e arriva fino al 35% per alcuni servizi di computing e fino al 65% lo storage

Autore: Redazione

Per tutti coloro che vogliono competere nel mondo del cloud Amazon rappresenta il rivale con cui confrontarsi. Non è un caso che non appena Amazon interviene nel ritoccare le proprie tariffe vi sia un sostanziale allineamento da parte della concorrenza. E’ il caso di Microsoft, che non ha mai nascosto che la propria sostenibilità nel nuovo paradigma dell’IT as a service debba essere costantemente competitiva nei confronti del rivale per eccellenza. La riduzione dei prezzi è consistente e arriva fino al 35% per alcuni servizi di computing e fino al 65% per una serie di servizi di storage.
“E’ una decisione – affermano in Microsoft – che nasce dalla consapevolezza che è il vantaggio economico a giocare a favore degli investimenti dei clienti del cloud”. E alla ricerca di ulteriore competitività Microsoft annuncia, al pari di Amazon, una modifica del listino in base alla locazione geografica di erogazione di specifici servizi. Nella tabella la disponibilità per Aree di Windows Azure.

azure-geo.jpg
Pubblicato il: 01/04/2014

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione