Logo ImpresaCity.it

Wall Street premia il Cloud

La capitalizzazione dei "cloud pure player" supera i 100 miliardi di dollari e le performance finanziarie appaiono superiori alla media di mercato

Autore: PM

A Wall Street la capitalizzazione delle società che operano nel cloud ha registrato, a partire dall’inizio del 2012, una valorizzazione superiore alle performance del Nasdaq e di S&P. E’ quanto afferma Bessemer Venture Partners che sottolinea come il valore di queste aziende sia oggi complessivamente superiore ai 100 miliardi di dollari. E’ un’indicazione di quanto ricco di aspettative sia oggi valutato il mercato del cloud dal punto di vista di performance economiche e finanziarie.


bvp-cloud-index-v2013-07-26-627x371.jpg

I parametri di valorizzazione di Bessemer sono associati al BVP Cloud Computing Index che monitora le 30 aziende considerate top cloud corporation. L’indice include soltanto pure cloud player e non vendor che operano su un portafoglio di offerta ibrido, come per esempio Ibm o HP. Per dimensione di capitalizzazione l’indice spazia dai 215 milioni di dollari di Vocus ai 25,5 miliardi di dollari di Salesforce.
Gli oltre 100 miliardi investiti nelle cloud companies, sottolinea la società di venture capital, sono solo una quota marginale di quello che potrà essere il valore del cloud nel corso dei prossimi anni, basti pensare che la dimensione del Software as a Service (SaaS) rappresenta al momento soltanto una piccolo quota del fatturato complessivo del software utilizzato globalmente.
Pubblicato il: 31/07/2013

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?