Logo ImpresaCity.it

Icahn alza il prezzo per arrivare a Dell

L’investitore ha portato la sua offerta d’acquisto fino a 18 dollari per azioni, con l’aggiunta di warrants. Il 18 luglio avremo il verdetto.

Autore: Redazione Impresa City

Una data certa c’è: il 18 luglio prossimo. Quello sarà il giorno nel quale gli azionisti di Dell si pronunceranno sulle offerte di acquisto presentate, dopo la decisione di inizio anno di uscire dalla quotazione in Borsa. Nel frattempo, Carl Icahn, grande investitore e socio di minoranza dell’azienda, sta provando in tutti i modi a far pendere la bilancia dalla propria parte, in una disfida che lo contrappone al presidente e fondatore Michael Dell, quest’ultimo spalleggiato dalla società di investimenti Silver Lake.
Con Dell fermo da tempo alla proposta di 13,65 dollari per azione, Icahn ha dapprima alzato la sua proposta a 14 dollari, per arrivare ora a una valore compreso fra 15,5 e 18 dollari, con l’aggiunta di warrants. La differenza, dunque, si fa significativa e questo potrebbe far cambiare rotta a un pronunciamento che i più hanno sin qui previsto essere in mano a Michael Dell e al suo partner finanziario. Di recente anche il consulente finanziario Iss ha speso il proprio giudizio a vantaggio del fondatore della società, il quale negli ultimi tempi ha parlato soprattutto di strategia a breve e medio termine, mentre il rivale non ha fin qui chiarito nulla sotto questo profilo, preferendo le armi della critica anche tagliente e della pressione economica sugli azionisti, che presto, forse, metteranno fine a una telenovela che non ha giovato più di tanto alla salute di Dell, intesa come azienda.
Pubblicato il: 16/07/2013

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni