Logo ImpresaCity.it

Talend Metadata Manager, per una visione olistica dei dati

La soluzione permette una tracciabilità completa aiutando le aziende a risolvere i problemi di compliance al GDPR

Autore: Redazione

Talend Metadata Manager (Tmm) è la nuova soluzione proposta da Talend ad aziende di qualsiasi dimensione e settore che permette di raccogliere metadati da archivi, da strumenti analitici self-service come Tableau o Qlik Sense, da fonti Big Data e da piattaforme cloud come Cloudera e Microsoft Azure, nonché da qualsiasi pipeline di dati gestiti dalla piattaforma di integrazione Talend Data Fabric.

Una volta raccolti, i metadati provenienti da origini diversi vengono combinati per ottenere una visione olistica sull’intera catena di fruizione delle informazioni ottenendo una tracciabilità del dato che diventa di grande rilevanza in merito alle implicazioni di compliance al nuovo regolamento di protezione dati europeo o GDPR.

talend metadata

“I metadati sono un formidabile acceleratore per la comprensione dei dati e la conformità alle normative, che è sempre più importante nell'era del Gdpr”, spiega Ciaran Dynes, senior vice president of Products di Talend. "Così come un metal detector aiuta a localizzare l'oro in mezzo alla sabbia, la corretta comprensione della struttura, dei limiti, della definizione e della descrizione dei dati consente di proteggersi dagli errori di interpretazione o da un uso improprio”.

Tmm include un glossario utile per collegare le definizioni tecniche a quelle pià “aziendali” e per consentire la ricerca self-service, la categorizzazione e l'accesso alle informazioni. Talend la propone come soluzione entry-level, di facile consultazione, utile per assicurarsi la compliance senza dover adottare policy di governance dei dati complesse. È dunque adatta anche alle aziende di piccole dimensioni.

È anche disponibile una versione “enterprise” della piattaforma, chiamata Tmm Advanced, inclusiva di ulteriori funzionalità. Fra queste, la cronologia dei metadati su tutte le applicazioni, connettività con le alle soluzioni legacy (inclusi gli strumenti di modellazione dati come Erwin o Embarcadero), strumenti di integrazione dei dati legacy o piattaforme di business intelligence e data warehousing, e ancora funzionalità per il controllo, la configurazione e la gestione delle versioni.  
Pubblicato il: 06/12/2017

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione