Logo ImpresaCity.it

CA Technologies, come gestire al meglio l'infrastruttura IT

La nuova soluzione di gestione unificata dell'infrastruttura convergente CA Infrastructure Management è stata studiata per aiutare le imprese e i service provider a migliorare la customer experience.

Autore: Lorenza Peschiera

CA Infrastructure Management (CA IM) è una delle novità più importanti di quest'anno, per CA Technologies, in termini tecnologici. Così Luca Rossetti, customer solutions architect di CA Technologies ha esordito nel presentare la nuova soluzione di gestione unificata dell'infrastruttura convergente, studiata per aiutare le imprese e i service provider a rendere possibile, ai loro clienti, un'ca-technologies-1.jpgesperienza di livello superiore, migliorando la qualità, la prevedibilità e l'efficienza dei servizi.
L'aumento del volume e dei tipi di traffico, accanto alla presenza di dati e dispositivi collegati in Internet, insieme a metodi, processi e strumenti obsoleti per la loro gestione, crea un livello di complessità che costituisce un problema per le organizzazioni IT che vogliono soddisfare le crescenti aspettative dei clienti. CA Infrastructure Management è stata studiata per affrontare queste sfide, rendendo disponibili funzionalità specifiche e tecniche sofisticate di analisi, accanto a vari livelli di scalabilità e adattabilità per ambienti esistenti.
"Con CA IM – ha spiegato Rossetti – le aziende possono ora risolvere i problemi di prestazione a una velocità 25 volte superiore, rispetto alla versione precedente della soluzione e ridurre del 50% i costi di gestione e mantenimento".
CA Infrastructure Management  permette ai team IT un accesso facile a visualizzazioni grafiche delle informazioni specifiche di cui hanno bisogno per migliorare la qualità del servizio e della customer experience con meno sforzo e a costi ridotti.
[tit: Nuovi fenomeni da affrontare]
Molti sono gli aspetti, in un mondo in rapida trasformazione, che il Cio si trova ad affrontare. Il fenomeno Byod  (Bring Your Own Device), è sempre più sentito, anche per la crescita esponenziale dell'uso dei dispositivi mobili. Questo fenomeno è molto legato a quello della consumerizzazione dell'IT. Le aspettative dei dipendenti sono sempre più simili a quelle dei consumatori ed è fondamentale tener presente questa tendenza. La gestione di problematiche di Business Intelligence, inoltre, è sempre più legata ai Big Data e alla eterogeneità dei dati.
"Quello della customer experience è un aspetto sempre più importante in rapporto al creare nuovi prodotti, nuovi servizi in un contesto in cui il budget IT in calo e in cui le aziende tendono a investire sul mantenimento delle infrastrutture esistenti che su nuovi servizi", ha constatato Rossetti. "Esiste un divario tra domanda e risorse disponibili; ci si aspetta che sia il Cio a colmarlo".
In uno scenario di questo genere, la nuova soluzione punta a supportare situazioni in cui  il personale IT enterprise debba gestire la crescita rapida delle modalità di lavoro Byod accanto alla complessità di tecnologie video e di applicazioni in infrastrutture fortemente virtualizzate. L'obiettivo è  anche quello di incontrare le esigenze dei service provider che, nell'ambito delle comunicazioni, hanno la necessità di semplificare e accelerare il rollout delle reti 4G e le necessità dei managed service provider che vogliono acquisire in modo più rapido nuovi clienti.
Integrandosi con altri elementi del portfolio di prodotti di Service Assurance reso disponibile da CA Technologies, la nuova soluzione ha la finalità di trasformare rapidamente grandi volumi di dati relativi a prestazioni di natura eterogenea in informazioni facilmente fruibili tramite una vista unificata e specifica per l'utente che deve utilizzarli.
"La vista unificata, organizzata per fornire le informazioni più importanti in base al ruolo e alla necessità degli utenti è uno degli elementi più innovativi della soluzione", ha detto Rossetti. 
[tit: Fornire un'esperienza qualitativa superiore]
Convergenza delle applicazioni e dell'infrastruttura, convergenza dei domini funzionali, convergenza delle reti, convergenza dell'analisi sono il mix di elementi che, secondo CA Technologies, consentono alla soluzione di fornire agli utenti di servizi IT l'esperienza qualitativa superiore  oggi ritenuta indispensabile.
Riguardo alla convergenza delle applicazioni e dell'infrastruttura, la soluzione consente il monitoraggio del tempo di risposta dell'applicazione end-to-end che controlla, misura e analizza le prestazioni dell'applicazione in tutta l'infrastruttura di rete, confronta il tempo di risposta rispetto a dati previsionali e soglie predefinite e segnala eventuali peggioramenti delle prestazioni per consentire una gestione dell'infrastruttura application-aware.
In rapporto alla convergenza dei domini funzionali, possibile è l'analisi completa dei dati su prestazioni, errori e flussi relativi a diverse aree funzionali di rete, sistemi e application domain. Sul versante della convergenza delle Reti, possibile è la gestione integrata delle prestazioni per tecnologie video e voce basate su rete, compresi Cisco Unified Communications Manager, Microsoft Lync e piattaforme Avaya. I clienti possono utilizzare la soluzione per controllare, valutare e generare report sulle metriche essenziali delle prestazioni per  contribuire a garantire la qualità dell'esperienza e la qualità del servizio di rete nelle comunicazioni unificate.
La convergenza dell'analisi è garantita da attività di analisi dinamica e unificata delle prestazioni dell'intera infrastruttura che consente di determinare le previsioni, calcolare le tendenze, stabilire soglie, rilevare anomalie e avviare l'analisi automatica. I risultati sono forniti in schermate contestuali e convergenti per uno studio attivo basato sul ruolo dell'utente.
[tit: Una soluzione progettata con il contributo degli utenti]
La nuova soluzione è stata progettata con il contributo di 608 partecipanti, attivi in 180 aziende, 59 delle quali europee.
"CA Infrastructure Management semplifica le operazioni e migliora l'efficienza offrendo una singola fonte di informazioni di dettaglio su cui lavorare per quanto riguarda prestazioni, disponibilità, flusso, capacità e risposta delle applicazioni", ha dichiarato Tony Testa, principal architect – Enterprise Management Services di Ciber, tra le realtà che hanno dato il loro contributo allo sviluppo della soluzione. "Queste informazioni sono presentate in schermate predefinite facilmente modificabili in base alle esigenze del momento. Questo permette ai team IT di dedicare più tempo alla gestione proattiva dell'ambiente, anziché dover gestire il processo di estrazione e raccolta di dati da diversi tool".
Herman Van denBroeck, consulente senior di Simac ICT Belgium,  anch'essa tra le 180 società coinvolte, ha spiegato: "CA Infrastructure Management consente agli MSP di offrire servizi differenziati a sostegno della redditività e della crescita supportando la multi-tenancy nativa, che si trova alla base delle economie di scala. Questa soluzione intelligente acquisisce e filtra i dati prestazionali rilevanti in caso di comportamenti che richiedono attenzione, offrendo infine una visualizzazione completa e contestuale delle informazioni in tempo reale. Il personale IT avrà la possibilità, indipendentemente dal livello di esperienza acquisita, di comprendere a fondo e agire in modo da garantire agli utenti finali dei servizi un'esperienza di qualità".
Anche in Italia, ha concluso Rossetti, la soluzione potrà essere utile alle aziende della fascia più alta del mercato, con più sedi sparse sul territorio, che utilizzano molteplici canali per interfacciarsi con la clientela.
Pubblicato il: 18/09/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione