Logo ImpresaCity.it

Infor corre alla velocità del business con Infor10

La nuova versione della piattaforma applicativa offre una user experience di livello consumer a partire da un'interfaccia utente accattivante, applicazioni per industry e opzioni di implementazione cloud.

Autore: Barbara Torresani

Un roadshow internazionale (Infor10 On the Road) per Infor per presentare alla comunità di clienti e partner le novità societarie, a partire da Infor10, la nuova versione del prodotto di punta di casa.
La tappa italiana dell'evento si è tenuta la scorsa settimana all'Autodromo di Monza, in contemporanea con gli eventi di Francoforte e Mumbai. Il "tempio della velocità" non poteva essere luogo più azzeccato per mettere in risalto una tra le principali caratteristiche di Infor10: la velocità, appunto. Ed è proprio da questo tema che ha aperto la giornata Enza Fumarola, Vice President Sales Emea Se, di fronte a un audience di circa 300 persone: Quello della velocità non è un tema facile da trattare, quando molto spesso il richiamo va al concetto di "slow". Di fatto, che lo si voglia o no, il business si misura proprio sulla velocità, sulla tempestività di arrivare con le informazioni giuste al momento giusto".
Infor è un'azienda che ha saputo correre e ora vuole dare un'ulteriore accelerazione alla propria attività.
infor-corre-alla-velocita-del-business-con-infor10-1.jpgUno scatto odierno fotografa un'azienda che, con l'ultima acquisizione di Lawson (produttore americano noto nell'ambito delle Business Applications) messa a segno la scorsa estate, ha raggiunto 2.5 miliardi di dollari di fatturato con circa il 25% di utile consolidato. Sul podio al terzo posto nel mercato delle Business Applications, Infor conta circa 1.500 partner a livello mondiale, 75 mila clienti in 164 paesi e 2.300 nuovi clienti nel nuovo anno. Nell'ultimo trimestre è cresciuta di circa il 28% in modo organico (vendita licenze).
Negli ultimi 9 mesi solari la società ha vissuto parecchie novità. In primis, è arrivato un nuovo "management team" (sono nuove otto persone su 12 del board): "Pur nella continuità, è questa una novità. L'azienda deve consolidarsi ma anche crescere e il nuovo team non può che portare nuova energia per essere più veloci, al passo coi tempi", sottolinea Enza Fumarola.
C'è poi stato un 'assessment' sui prodotti: "Abbiamo cercato di capire su quali elementi puntare per rendere i prodotti più ‘appeling'…ma anche un orientamento del modello di go to market a una logica di verticalizzazione. Si è assistito inoltre anche un'intensificazione dell'attività di ricerca e sviluppo -  ad aprile sono saliti a bordo circa 400 nuovi ingegneri e altri 90 sono attesi entro la fine dell'anno.
Completano il quadro l'acquisizione dell'americana Lawson in estate – "non è un'operazione casuale ma si sposa con la strategia di maggiore verticalizzazione e di copertura di nuove aree di business", dichiara Fumarola - e a settembre il lancio di Infor10, l'ultima generazione di applicazioni software di classe enterprise la sua cui essenza ruota a tre principali concetti: facilità di utilizzo, connettività e industry focus. 

[tit:Aiutare i clienti a essere veloci]
La velocità è un concetto imprescindibile nel business. Oggi sono ancora molte le criticità legate al software. Bastano alcuni dati per rendersene conto. Da uno studio condotto da Panorama Consulting (2011 Erp Report) risulta che il 61% delle implementazioni durano più del tempo pianificato; il 74% ha costi superiori del budget previsto e i benefici attesi non superano sono inferiori al 50% (48).
Secondo Gartner dal 20% al 35% dei progetti Erp fallisce e tra il 50% e il 60% dei progetti può considerarsi compromesso.
Come risolvere queste criticità? "Come Infor abbiamo la consapevolezza di non essere esenti dai problemi; la causa principale è da attribuirsi al modo di lavorare attuale, ancora obsoleto. Bisogna applicare nuove logiche. Il delivery delle applicazioni è spesso lasciato al cliente finale. Il cliente deve essere affiancato anche nella fase successiva all'implementazione. Le customizzazioni rendono il passaggio da una versione alla successiva un vero incubo. Questi e altri motivi ci hanno spinto a intervenire sul modo in cui oggi si lavora e a trasformarlo. La nostra mission diventa quindi quella di aiutare i clienti a essere veloci,  a vedere nella velocità un fattore differenziante", afferma Enza Fumarola.

[tit:Infor10: un nuovo modo di lavorare]
Sono tre le macro-funzionalità distintive della nuova piattaforma Erp Infor10, lanciata lo scorso settembre: esperienza utente di livello consumer, applicazioni di settore verticale e opzioni di implementazione cloud grazie alla tecnologia middleware Ion.
Con Infor10 la società vuole definire un nuovo standard nel modo di lavorare. I dipendenti delle organizzazioni si aspettano lo stesso tipo di user experience che vivono ogni giorno come utenti di Twitter, Facebook e Google. Infor10 e Infor10 Ion rendono il tutto possibile.
Fulcro del prodotto è Infor Ion Suite in grado di connettere e integrare applicazioni Infor e non Infor, archiviando le informazioni in un formato e in un repository comuni, per consentire agli utenti di accedere dai propri desktop, laptop e dispositivi mobile alle informazioni scambiate tra applicazioni, ai flussi analitici e a quelli dei social media. La tecnologia Ion non viene aggiunta come un ulteriore livello alle applicazioni esistenti, ma è direttamente integrata nelle stesse, rendendo le integrazioni più veloci, semplici e affidabili. 
Ion consente alle applicazioni Infor esistenti e a quelle non Infor di funzionare come una soluzione olistica, facilitando la creazione di flussi di lavoro e di processi di business end-to-end ottimizzati, migliorando al contempo la velocità delle performance di sistema e gli aggiornamenti.
L'architettura su cui è sviluppato Ion, implementando un disaccoppiamento tra le applicazioni, consente in caso di aggiornamenti di mantenere le integrazioni senza alcuna interruzione.
In Infor10 una forte attenzione è stata posta al tema dell'esperienza utente, che viene portata a livello consumer.
Infor10 Workspace, front-end di Infor10, offre una user experience di livello consumer per far sì che gli utenti delle applicazioni enterprise possano lavorare così come vivono. Il fatto di replicare  l'esperienza consumer, in cui social media, collaborazione e dispositivi mobile abbinati a un design moderno, applicazioni pronte all'uso e tecnologia agile, consente di migliorare la velocità, il valore e la produttività dell'esperienza consumer.
Ion offre funzionalità data & event driven, consente di lavorare nel contesto sposa i concetti  di social computing (in termini di collaborazione e condivisione) e mobile (su qualsiasi device)."Con un home page stile Facebook Infor10 Ion Workspace unifica e rende disponibili le informazioni per ogni utente in un'unica schermata che include flussi di lavoro role-based, task e alert, business intelligence, event management, collaborazione tramite i social media, capacità di ricerca di tipo consumer e workflow", dettaglia Massimo Capoccia, Senior Director of Product Mangement di Infor.
Infor10, inoltre, è ingengerizzato sui mercati verticali, con funzionalità specifiche anche per singole industry. Ad oggi sono 13 i mercati verticali indirizzati dalla piattaforma.
Infor10,offre inoltre opzioni di implementazione flessibili, tra cui la CloudSuite Platform di Infor che ottimizza la velocità e l'agilità delle aziende. I clienti hanno la possibilità di scegliere: possono utilizzare l'intera soluzione su Infor10 CloudSuite o mantenere on premise i sistemi aziendali di base, eseguendo altre applicazioni o servizi nel cloud.  Sia che accedano alle funzionalità da un modello Software-As-a-Service (cloud) o tramite un'implementazione on premise, i clienti dispongono dell'identica funzionalità e interfaccia. L'unica differenza sta nel modo in cui gli utenti si connettono alle applicazioni di base. I clienti possono anche passare da un modello di deployment all'altro, dal momento che tutti i modelli di deployment utilizzano lo stesso codice applicativo. 

[tit:La situazione italiana]
L'evento è stata anche occasione per chiedere ad Enza Fumarola qualche informazione sull'andamento della società in Italia. "La filiale italiana è allineata alla crescita europea. Nell'esercizio passato ha riportato una crescita del 16%; un risultato rispettabile in un anno di crisi generale. nrl corso dell'anno sono stati raggiunti 45 nuovi clienti. Devo dire che si è elevata la dimensione progettuale e il mercato è rimasto ricettivo ai temi proposti da Infor nonostante la situazione globale." E conclude: "Sono un po' meno ottimista del passato rispetto alla crisi in atto. L'onda lunga è ormai arrivata in Italia. E mentre altri paesi come i quelli del Nord Europa stanno reagendo bene e altri sono più 'flat' come la Spagna, la Francia e il Portogallo, l'Italia stenta a ripartire. Il trimestre estivo –giugno/agosto è andato oltre le aspettative, in quello in corso siamo ancora a metà del guado".  
Pubblicato il: 18/10/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione