Logo ImpresaCity.it

Nortel punta alle medie aziende

Con una forte focalizzazione sul mercato Pmi, la società che già indirizza il mercato delle piccole imprese con un'offerta dedicata, punta decisamente sulle aziende di medie dimensioni, presentando la nuova tecnologia SCS 500. E in questa strategia il ruolo del partner diventa fondamentale.

Autore: Redazione PMI

Con un'importante presenza nel mercato enterprise oggi Nortel sta cercando di estendere il proprio raggio d'azione anche al mercato delle Piccole e Medie Imprese. Non è questo un mercato nuovo per la società, ma si può dire che solo negli ultimi anni la macchina socitaria ha spinto l'acceleratore in questa direzione con un piano triennale di forte focalizzazione.
È un mercato dove Nortel cresce a ritmi elevati, con caratteristiche che variano da nazione a nazione. Vanno forte nazioni come il regno Unito e il Medio Oriente, con crescite a due cifre, risultati di successo che la compagine italiana vorrebbe replicare.
Nortel suddivide questo mercato in due macro-segmenti che indirizza in modo diverso: lo small business, rappresentato da aziende che occupano dai 5 ai 100 dipendenti e il medium business, che riguarda aziende che hanno dai 100 ai 500 dipendenti.
Come ha spiegato Marco Pasculli, responsabile europeo del mercato SMB, il primo è un mercato il cui driver è il canale, che non ha forti skill tecnologici e che delega al partner di telecomunicazioni la scelta di prodotti e soluzioni. Diverso è lo scenario nel medium business, dove le aziende nella maggioranza dei casi hanno al proprio interno un It manager e un team It che si orienta in termini di scelta lavorando in sinergia con il partner.

[tit:Un piano triennale]

Nel 2008 la società vuole consolidare il canale commerciale, proseguire con il piano di formazione e concentrarsi sui partner migliori ma soprattutto vuole entrare più pesantemente nel medium business con soluzioni di Unified Communication ed estendere gli strumenti commerciali per arrivare nel 2009 a consolidare ulteriormente i due mercati.
In Italia nel 2007 sullo small business Nortel ha ottenuto ottimi risultati, crescendo di circa il 40%, ha selezionato circa 50 rivenditori (di cui 30 certificati) che vanno sul mercato con un'offerta specifica, che combina in un unico pacchetto strumenti in grado di soddisfare le necessità tipiche sia del lato comunicazione che di quello infrastrutturale (IP Telephony, computer soft-phone, una serie di applicazioni, accessori wireless, strumenti di mobility, ...) Ai partner ha messo ha disposizione training commerciali e tecnici gratuiti, servizi finanziari per noleggio e leasing on line e un configuratore on line in italiano.

[tit: Software Communications System]

Il prodotto con cui Nortel intende entrare nel mercato delle medie aziende si chiama SCS 500, che sta per Software Communications System. E il numero 500 rappresenta il tetto masssimo dimensionale verso cui si vuole spingere Nortel, quello appunto dei 500 dipendenti.
È una soluzione di Unified Communcation, un'applicazione software che gira su un server di rete, che rappresenta un ulteriore passo verso la convergenza nortel-punta-alle-medie-aziende-1.jpg
tra informatica e telecomunicazioni. È costituito dai seguenti componenti: un server di rete, un client (che è un dispositivo dell'utente) e un gatway (un oggetto che collega la rete IP SIP alla rete telefonica tradizionale). La nuova soluzione open source include funzionalità quali presence/instant messaging, telefonia IP, conferenza e altre applicazioni avanzate.
Grazie a Nortel Software Communication System (SCS) 500, le funzionalità che in passato erano accessibili solo alle grandi aziende, con budget di spesa più elevati, possono oggi essere impiegate anche dalle imprese più piccole che puntano a conquistare un sicuro vantaggio competitivo sul mercato.
"SCS500 è una tecnologia che associa due grosse evoluzioni, ha sottolineato Pasculli, è una piattaforma di Unified Communication, che riunisce tutti i media di comnuicazione possibile, ed è un'applicazione che non gira su una piattaforma proprietaria ma su un server di rete".
In termini operativi la tecologia viene proposta secondo due modelli commerciali, che danno una doppia opportunità di scelta legata alla piattaforma su cui gira: da una parte i server Dell dall'altra i server Ibm. L'offerta Dell OptiPlex 755 garantisce alle PMI una soluzione accessibile e integrata. Dell e Nortel, inoltre, intendono estendere il sistema SCS500 anche al server PowerEdge R300. Entrambe le società forniranno soluzioni di comunicazioni unificate single-purpose, ideali per utenti che necessitano di un unico rivenditore, gestione remota e funzioni di analisi.
Sulla piattaforma IBM System i, gli utenti PMI beneficiano di una soluzione per le comunicazioni unificate solida e altamente scalabile che integra il software di collaborazione IBM Lotus Sametime e IBM Lotus Notes su un unico server applicativo multi-funzione. In futuro Nortel intende integrare SCS500 in molte altre soluzioni server IBM dedicate alle PMI come i modelli Power Systems, System x, e Blade.

Pubblicato il: 06/05/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni