Logo ImpresaCity.it

ManageIQ e il cloud ibrido aperto

In virtù della recente acquisizione di ManageIQ da parte du Red Hat, l'offerta sarà potenziata per la gestione di un cloud ibrido.

Autore: Redazione ImpresaCity

Bryan Che, General Manager Cloud Business Unit di Red Hat, commenta la recente acquisizione di ManageIQ da parte della sua azienda e svela come sarà potenziata l'offerta Red Hat grazie ai prodotti portati in dote da ManageIQ.
Red Hat è focalizzata sull’offerta di una soluzione cloud ibrida e aperta che consenta alle aziende di ottenere l’agilità, l’efficienza e i benefici economici del cloud ed estenderli all’intera infrastruttura IT su sistemi fisici, infrastrutture virtuali, ambienti di cloud pubblico, applicazioni esistenti e nuovi workload in modo coerente e integrato.  
Al portfolio di Red Hat, ManageIQ aggiunge un gran numero di funzionalità per la gestione di un cloud ibrido aperto tra cui chargeback, orchestration, workflow, monitoring, compliance management e analisi.  
Inoltre, coerente con la strategia di cloud ibrido aperto di Red Hat, ManageIQ estende queste funzionalità di gestione a un’ampia gamma di tecnologie di provider differenti, tra cui Red Hat, VMware, Microsoft, Amazon, e altri ancora
Con ManageIQ si ottiene valore in modo rapido e semplice: è sufficiente installare l’appliance virtuale agent-less in un ambiente virtuale esistente e ManageIQ ne rileva automaticamente i componenti e comincia a produrre una reportistica completa, dalle statistiche sulle prestazioni ai trend di utilizzo. Analizza in automatico i contenuti delle macchine virtuali (VM) e fornisce una gestione automatizzata della compliance e accesso self-service alle VM. Inoltre, semplifica l’orchestration e l’aggiunta di flussi di lavoro, dall’auto-flexing e la scalabilità per vendor differenti al chargeback con policy di approvazione.
Operare in ambienti virtuali esistenti è fondamentale in un cloud ibrido aperto perché le aziende devono poter sfruttare gli investimenti in tecnologie esistenti. In particolare, gran parte dei clienti ManageIQ si avvalgono di  infrastrutture basate su VMware per gestire flussi di lavoro Windows.
Red Hat ha in programma di continuare a rafforzare e ampliare la propria capacità nel gestire ambienti differenti e portarli nel cloud. 
ManageIQ sta già gestendo cloud ibridi composti da migliaia di server e numerosi datacenter in tutto il Mondo.  
ManageIQ è complementare con le tecnologie core IaaS di Red Hat.
Grazie alla sua acquisizione, il portfolio IaaS di Red Hat ora comprende:
CloudForms, la soluzione IaaS di cloud ibrido che consente la gestione, il brokering e l’aggregazione di capacità su diversi provider di cloud e virtualizzazione, oltre alla gestione di applicazioni su cloud ibridi.
Red Hat Enterprise Virtualization, la soluzione completa di gestione della virtualizzazione che rappresenta un substrato di virtualizzazione interessante in termini di prestazioni, sicurezza e valore.  ManageIQ, la soluzione di cloud management che offre alle aziende tool di gestione operativa tra cui monitoraggio, chargeback, governance e orchestration su infrastrutture virtuali e cloud Red Hat, Amazon, Microsoft e VMware.                      
Inoltre, poiché ManageIQ è implementato con la stessa tecnologia di CloudForms, Ruby on Rails, l’integrazione delle funzionalità ne risulta molto semplificata.
Pubblicato il: 25/01/2013

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione