Logo ImpresaCity.it

HP presenta il server ProLiant serie SL4500 per i Big Data

HP ha annunciato il server ProLiant serie SL4500, realizzato appositamente per aiutare i clienti a rendere operativi i Big Data.

Autore: Chiara Bernasconi

HP ha annunciato un server realizzato appositamente per aiutare i clienti a rendere operativi i Big Data, per favorire nuove opportunità di business e risparmiare fino a un milione di dollari in tre anni.  
Con l’arrivo del software per i Big Data e delle promesse a esso associate, molte aziende hanno tentato di implementare queste soluzioni all’interno delle architetture esistenti, che però non erano progettate per gestire le esigenze specifiche di questi carichi di lavoro. Di conseguenza, i risultati di queste prime implementazioni non sono stati ottimali dal punto di vista delle prestazioni e dei costi. 
Il nuovo server HP ProLiant serie SL4500 è una soluzione sviluppata appositamente per gli ambienti Big Data.
Realizzato sulla base dell’architettura HP Converged Infrastructure, il nuovo server offre un design che riduce fino al 50% lo spazio occupato, abbatte del 61% i consumi energetici e diminuisce i costi del 31%, utilizzando il 63% di cavi in meno.Il design modulare del server HP ProLiant serie SL4500 offre varie configurazioni di elaborazione e di storage che permettono ai clienti di ottimizzare la propria infrastruttura per un’applicazione specifica del workload, senza bisogno di mettere insieme elementi hardware incongruenti per il supporto dell’infrastruttura.  
Con un’unica architettura efficiente, il server HP ProLiant serie SL4500 supporta inoltre diversi vendor di Apache Hadoop, come Cloudera e Hortonworks, nonché altre soluzioni software, tra cui OpenStack Cloud Software e MongoDB.  
Con le funzioni intelligenti di analytics di HP SmartCache, il sistema ottimizzerà il traffico storage garantendo la minor latenza di risposta e il minimo investimento iniziale. 
Le offerte server attualmente sul mercato non sono in grado di gestire i crescenti volumi di storage e server per i Big Data e impongono ai responsabili IT l’acquisto di costoso spazio extra nei data center.
Il nuovo server HP ProLiant serie SL4500 risolve questo problema assicurando la densità di storage migliore del settore: fino a 240 terabyte (TB) di spazio in una singola unità rack (U) 4.3, oppure 2,16 petabyte (PB) di spazio con nove server su un rack standard 42-U. Grazie a questa densità estrema, i clienti possono ottenere risparmi rilevanti in termini di costi, prestazioni superiori e maggiore efficienza. 
L’ultimo modello della gamma HP ProLiant Generation 8 (Gen8) è il server HP serie SL4500, che si basa su HP ProActive Insight Architecture e integra le funzioni di intelligence e automazione per permettere ai clienti di: 
- eliminare le interruzioni operative e salvaguardare i dati importanti con la protezione automatizzata e con HP Predictive Spare Activation, che sposta i dati su un dispositivo alternativo prima che si manifestino i guasti- garantire produttività del server con HP Active Health e con l’automazione degli aggiornamenti del firmware garantita da HP Smart Update - sfruttare l’offerta di servizi, supporto e garanzia più completa del settore con HP Insight Online diminuire i costi di alimentazione del data center e migliorare il rapporto elaborazione per watt fino al 70% rispetto ai prodotti delle generazioni precedenti, grazie ad HP Intelligent Infrastructure.HP ha anche annunciato gli aggiornamenti al proprio portafoglio di prodotti High-Performance Computing (HPC), che permettono ai clienti di massimizzare i vantaggi in termini di prestazioni offerti dalle più recenti tecnologie di Intel e Nvidia
Il server HP ProLiant SL270s Gen8 offre una densità di processore massimizzata, capace di supportare fino a otto coprocessori Intel Xeon Phi, oppure otto schede grafiche Gpu (Graphic Processing Unit) Nvidia Kepler per ciascun server.
I server HP ProLiant SL270s e SL250s Gen8 ora supportano le più recenti Gpu Nvidia Kepler e i coprocessori Intel Xeon Phi recentemente annunciati, permettendo ai clienti di scegliere il miglior acceleratore o coprocessore per i loro carichi di lavoro specifici. 

Pubblicato il: 23/11/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni