Logo ImpresaCity.it

Expo, il governo: Pisapia ci ripensi, serve impegno collettivo

Il Presidente del Consiglio Mario Monti auspica un ripensamento del sindaco di Milano, che ha rassegnato le dimissioni da commissario straordinario. E ribadisce e rafforza il proprio impegno. Ma Pisapia non sembra intenzionato a ripensarci: "Sala sarebbe persona giusta per essere commissario".

Autore: Redazione ImpresaCity

Le dimissioni di Giuliano Pisapia da commissario straordinario per Expo 2015 non cessano di far discutere. 
Preoccupato dall'abbandono del sindaco di Milano è anche il governo centrale e in primo luogo il premier Mario Monti, che in una nota ufficiale auspica "un opportuno ripensamento di tale intendimento".
E ribadisce – come già fatto nella riunione della Coem del 9 marzo scorso – la natura strategica dell'evento, sia per Milano che per l'Italia intera.
"L'Expo 2015 sarà un evento universale dal quale ci si può attendere significative ricadute per l'intero sistema economico italiano" ha dichiarato Monti. "Ciò può avvenire solo con l'impegno collettivo di tutte le istituzioni, centrali e locali, e delle forze sociali. Il Governo ha sempre confermato, anche nell'aggravato contesto economico e finanziario, gli impegni assunti in forma compiuta e le spese previste dal bilancio dello Stato. Io stesso ne ho parlato in tutti gli incontri internazionali ai quali ho partecipato in questi mesi, auspicando una qualificata partecipazione all'evento del 2015 ".
Per rafforzare ulteriormente l'azione del governo, in funzione di indirizzo e sostegno all'opera dei commissari straordinari, viene costituito presso la presidenza un Tavolo di coordinamento composto dal presidente del consiglio, dal viceministro Vittorio Grilli, dal viceministro Mario Ciaccia, dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Paolo Peluffo e dal sottosegretario agli esteri Marta Dassù.
Ma Pisapia non sembra intenzionato a ritornare sulla propria decisione, e anzi in una recente dichiarazione ha indicato Giuseppe Sala, attuale amministratore delegato della società Expo 2015 S.p.A., come suo ideale successore nel ruolo di commissario straordinario.
''Sarebbe la persona giusta al posto giusto'' ha dichiarato il sindaco di Milano.
Pubblicato il: 15/06/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione