Logo ImpresaCity.it

Gartner, i 10 errori da evitare nei servizi mobile

Una recente ricerca di Gartner rivela quali sono i 10 errori più gravi che portano all'insuccesso dei servizi rivolti ai clienti mobile.

Autore: Chiara Bernasconi

Gartner ha stilato una lista dei 10 errori più gravi che portano all'insuccesso dei servizi rivolti ai clienti mobile.
Eccoli di seguito:
1. Violazione della regola "three-click/tap/press". Le applicazioni non devono utilizzare più di tre "colpi" chiave per arrivare alla funzionalità richiesta.
2. Difficoltà con l'ergonomia, soprattutto nell'immissione del testo. I contenuti mobili devono essere semplificati e riproposti per ogni utente del dispositivo.
3. Non ripetere i "comportamenti" appresi, come per esempio i tasti soft o la navigazione.
4. Violazione "sicurezza 101". Anche le applicazioni mobili devono soddisfare i requisiti di sicurezza. Autenticazione, crittografia e accesso sicuro dovrebbero essere tutti parte di qualsiasi
architettura di un'applicazione mobile.

5. Difficoltà con la navigazione. Dalle pagine Web standard visualizzate sul cellulare spesso scompaiono contenuti a destra e dal fondo dello schermo. Per navigare, gli utenti devono scorrere verso sinistra-destra e su-giù per cercare di trovare funzionalità di base come il pulsante "indietro".

6. Nascondere le funzioni più importanti. I progettisti di applicazioni mobili devono garantire che le più importanti funzionalità si trovino proprio all'inizio del percorso di navigazione.

7. Visualizzazione errata o illeggibile di testo e grafica. Molti cellulari e dispositivi non sono ancora smartphone e hanno limitata capacità di elaborazione grafica.

8. Impossibilità di rivedere errori. Occorrerà avere a disposizione due pulsanti "Indietro", uno che cancella il testo e uno che consentirà all'utente di correggere gli errori di digitazione.
9. Contenuto visibilità. La luce solare è uno dei peggiori nemici delle applicazioni mobili, perché rende spesso il testo sullo schermo illeggibile. Per le informazioni più importanti è possibile utilizzare il "grassetto".
10. Inefficienza delle risorse. Le applicazioni mobili devono avere la capacità di consentire all'utente di interrompere un'attività (voce o dati) e poi tornare allo stesso punto, senza dover reinserire tutti i contenuti. Questa capacità è necessaria quando ci si ritrova costretti a dover spegnere il dispositivo, come per esempio durante un volo o quando la batteria si esaurisce.

Gartner ha dichiarato che le organizzazioni devono sviluppare una strategia di applicazione mobile
che consenta loro di sfruttare le opportunità uniche presentate dalla tecnologia mobile. Per poter sviluppare efficacemente questa strategia, occorre operare su quattro differenti aree:

Domanda -
E' importante stabilire che cosa vogliono i clienti, quali sono le esigenze aziendali, quali i dispositivi e le abitudini dei clienti e che cosa fa la concorrenza.
Supply
  - Che tipo di personale e quali competenze saranno necessarie per gestire i partner esterni e come si potranno ottenere? Quali servizi e partner dovrebbero essere utilizzati?
Controllo - Chi possiede e gestisce la strategia? Come sarà gestita la strategia? Quali misure saranno utilizzate?
Rischi e problemi - Quali rischi e quali questioni vengono sollevate dalla mobilità? Che cosa potrebbero far deragliare la strategia, quali altri fattori che impatto?
"Se fatte bene, le soluzioni mobili possono espandere i canali di comunicazione con clienti, dipendenti e partner commerciali, e possono portare a una migliore fidelizzazione dei clienti, un incremento delle vendite, miglioramento della produttività dei dipendenti e molto altro", ha affermato Johan Jacobs, research director di Gartner.
Gli analisti di Gartner discuteranno su come sfruttare al meglio le strategie per offrire ai clienti mobile un miglior servizio nel corso del Summit Gartner Technologies 2012, che si svolgerà i prossimi 11 e 12 giugno a Londra.
Pubblicato il: 11/06/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni