Logo ImpresaCity.it

Regione Lombardia: per le imprese fondi europei e wikiregione

Apre a Milano MIfaccioIMPRESA, il primo appuntamento italiano dedicato ai nuovi e aspiranti imprenditori.

Autore: Redazione ImpresaCity

"In futuro vorremmo costruire una Regione Lombardia che si assuma l'onere di affiancare l'imprenditore. E lo faccia attraverso un percorso di formazione di natura tecnica, in termini sussidiari, per trasformare la sua idea in progetto e questo progetto deve essere in grado di camminare da solo".
Lo ha spiegato Andrea Gibelli, vice presidente e assessore all'Industria e Artigianato della Regione Lombardia, aprendo a Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano, il terzo Salone dei Nuovi Imprenditori.'Mifaccio impresa' invita gli aspiranti imprenditori a superare la crisi, mettendosi direttamente in gioco, puntando sull'innovazione e sua una nuova idea di imprenditorialità. L'obiettivo è quello di dare i primi strumenti concreti, per orientare chi ha un'idea nel cassetto.
Nella due giorni si parla di problemi burocratici, dei fondi e delle agevolazioni, dei fornitori di prodotti e servizi. Esperti e imprenditori, in 70 appuntamenti "one to one", daranno suggerimenti e indicazioni a chi vuol aprire un'azienda.Parlando dell'attuale situazione economica e dell'impegno della Regione, Gibelli ha affermato che "due sono i punti su cui concentrarsi. Il primo, riguardante il reperimento di fondi europei da impiegare sul livello Euroregione, per le piccole e medie imprese. Il secondo concerne la creazione della piattaforma elettronica, la cosiddetta 'wikiregione', dove gli imprenditori possono dialogare e rapportarsi per creare nuove relazioni e nuovi business. Non solo, a costo zero, si possono scambiare conoscenze e progetti, adattandosi alle nuove esigenze dai mercato". "In questa situazione - ha detto ancora Gibelli - bisogna lavorare nella direzione della sussidiarietà tra istituzioni e imprenditori, perché negli anni futuri saranno sempre meno i trasferimenti che arriveranno dallo Stato centrale. Il modello dei bandi com'è oggi strutturato cambierà ed è quindi necessario individuare nuovi campi d'azione in cui l'istituzione debba intervenire"."A fronte di questo - ha voluto dire ancora il vice presidente - Regione ha compiuto un grande sforzo per avvicinarsi ai vecchi e nuovi imprenditori. Tante le misure adottate, a partire dal bando per le start up con donne, giovani e soggetti svantaggiati al centro dell'attenzione. A fronte poi dei tagli imposti dalla legge finanziaria, Regione ha raggiunto l'accordo, avendo i bilanci in regola, con la Banca d'Investimenti Europea, per favorire il capitale circolante: una misura unica nel panorama nazionale".
Pubblicato il: 28/05/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione