Logo ImpresaCity.it

Stonesoft presenta Security Engine, per il futuro della network security

Stonesoft ha annunciato un nuovo Security Engine modulabile che può essere declinato in sette diverse configurazioni.

Autore: Redazione ImpresaCity

Stonesoft ha presentato un nuovo Security Engine modulabile che può essere declinato in sette diverse configurazioni per implementare funzionalità di sicurezza context-aware di nuova generazione.
Questo nuovo approccio mira a definire un nuovo standard in termini di adattabilità, scalabilità, agilità e ritorno sull'investimento.
Stonesoft Security Engine, a seconda delle preferenze dell'utente, può essere configurata in maniera da agire come firewall tradizionale e/o di nuova generazione (Ngfw), come Intrusion Prevention System tradizionale e/o di nuova generazione (Ips/Ngips), come firewall Layer2, come Vpn o come Utm.
La soluzione – che può agire come unico o più prodotti contemporaneamente – viene fornita attraverso una piattaforma tecnologica altamente integrata e gestita da un unico centro di management.   Qualunque sia la configurazione scelta, Stonesoft Security Engine mette a disposizione funzionalità di sicurezzaispezione dei dati, anti-evasione, awareness del context e della situazione completa – per proteggere dalle minacce più avanzate esistenti.
Il prodotto è disponibile come appliance fisica, come software o come soluzione virtuale, e può essere modificato senza dover acquistare altri prodotti.
Stonesoft Security Engine permette ai clienti di scegliere la piattaforma e la capacità che preferiscono per poi autoconfigurare di conseguenza la modalità di prodotto e le funzionalità di sicurezza. Inoltre, il nuovo engine permette ai clienti di riconfigurare e riutilizzare il prodotto seguendo l'evoluzione delle esigenze della rete e del business. Per esempio, un utente può cambiare istantaneamente il ruolo del prodotto da Ngfw a Ngips o aggiornare il grado di sicurezza del sistema senza costi aggiuntivi.  
Stonesoft Security Engine elimina inoltre la necessità di effettuare aggiornamenti fisici alle tecnologie e ai prodotti per la sicurezza, essendo in grado di ricevere automaticamente tutte le nuove migliorie funzionali e prestazionali che si rendono disponibili nel tempo.  
L'arrivo di Stonesoft Security Engine ha l'obiettivo di segnare la fine dei prodotti "usa e getta" rimpiazzandoli con un modello di sicurezza sostenibile. Laddove i dispositivi multifunzionali operanti in modo isolato gli uni dagli altri o solo lievemente integrati sacrificavano normalmente le prestazioni in favore della sicurezza o viceversa, il nuovo Stonesoft Security Engine dispone di processi simultanei intelligenti costruiti su un fondamento di profonda integrazione tecnologica.
Stonesoft Security Engine sarà disponibile da aprile 2012.
Pubblicato il: 05/03/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione