Logo ImpresaCity.it

Cisco e NetApp accelerano il passaggio a Microsoft Private Cloud

NetApp e Cisco vanno oltre la virtualizzazione con FlexPod per Microsoft Private Cloud.

Autore: Redazione ImpresaCity

Con la crescente pervasività della virtualizzazione dei data center, le funzioni IT stanno cercando di ridurre sempre più i costi di ownership e migliorare la gestione unificando i silos delle informazioni con un'infrastruttura IT condivisa e ambienti multi-hypervisor.
Per rispondere alla domanda di scelta e flessibilità proveniente dai clienti, Cisco e NetApp annunciano la disponibilità di Cisco Validated Design (Cvd) per le infrastrutture FlexPod condivise e Microsoft Private Cloud.
La nuova soluzione è fondata su una architettura di riferimento annunciata lo scorso anno e studiata per ridurre da giorni a ore il tempo di deployment di infrastrutture e applicazioni. Allo stesso tempo aiuta a ottenere una maggiore utilizzazione delle risorse fisiche e virtuali.
La soluzione FlexPod, che è parte di una serie di soluzioni congiunte che Cisco e NetApp stanno portando sul mercato con il supporto di Microsoft, è al momento a disposizione per dimostrazioni presso selezionati Microsoft Technology Centers (Mtcs) in tutto il mondo che offrono a partner e clienti l'opportunità di vedere in prima persona i benefici della soluzione.  
Per aiutare i partner di canale ad accelerare ulteriormente e semplificare il passaggio del clienti al private cloud, Cisco e NetApp stanno lavorando con diversi partner per estendere i servizi Flexpod e fornire una soluzione cloud convalidata e collaudata per il data center.  
La nuova soluzione FlexPod è convalidata da Microsoft come parte del programma Private Cloud Fast Track, e la nuova infrastruttura condivisa FlexPod si compone di server Cisco UCS, switch di rete Cisco, sistemi di storage unificato NetApp basati su software Data Ontap e dell'architettura Microsoft Private Cloud Fast Track con Windows Server 2008 R2 e System Center.
FlexPod è una guida pre-collaudata alla progettazione dell'architettura che unisce networking, computing e storage in un'infrastruttura condivisa e supporta più applicazioni e carichi di lavoro per aiutare i clienti a velocizzare e semplificare il passaggio al cloud. L'infrastruttura flessibile, scalabile e condivisa è pre-collaudata per garantire bassi rischi di deployment, maggiore efficienza del data center e per dar vita a un'ambiente IT flessibile alla base del Microsoft private cloud.
La soluzione FlexPod convalidata con Microsoft Private Cloud intende andare oltre la virtualizzazione per portare reale valore al business attraverso una profonda comprensione delle applicazioni e per semplificare l'evoluzione dell'IT come servizio (ITaaS).
La piattaforma è progettata per permettere ai clienti di organizzare le risorse IT in modo da fornire applicazioni come servizi, risolvere rapidamente i problemi, incrementare l'uptime dell'applicazione e rispondere ai livelli di servizio desiderati (SLA).
Pubblicato il: 05/03/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni