Logo ImpresaCity.it

Facebook rimette l’utente al centro della mobilità

Niente smartphone concorrenti a quelli sul mercato, ma solo uno strato applicativo che si sovrappone al sistema operativo Android. Ecco Facebook Home.

Autore: Redazione Impresa City

Mark Zuckerberg è bravo a creare suspense interno ad annunci, che poi non si rivelano così rivoluzionari come nelle attese che li precedono. È il caso anche di Facebook Home, che non è lo smartphone autonomo e concorrente a quelli esistenti che tutti si attendevano e nemmeno una vera nuova applicazione. Si tratta, invece, di uno strato applicativo che si sovrappone al sistema operativo Android (per ora) e fa sì che il social network parta per primo a ogni accensione del dispositivo.
La pagina iniziale, battezzata Cover Feed, è un condensato di tutte le attualità condivise dagli amici sul social network. In sostanza, non ci sarà più bisogno di accedere all’applicazione per interagire con i propri contatti. Dalla pagina iniziale si può agire essendo già dentro Facebook, con le proprie credenziali.
L’altra novità si chiama Chat Head ed è un sistema che permette di far apparire in pop-up il viso delle persone che vi parlano su Facebook o via Sms. La discussione può proseguire restando sulla schermata iniziale.
Accanto a Facebook Home, saranno disponibili alcuni telefoni preconfigurati. Sarà la cinese Htc a commercializzare il primo dispositivo co-branded, battezzato Htc First e disponibile dal 12 aprile per il mercato americano, presso At&T a un costo di 99,99 dollari. In Italia, invece, occorrerà attendere.
Facebook Home sarà reperibile sul market Google Play e, una volta scaricata, potrà essere utilizzata in modalità provvisoria o come installazione definitiva. Più avanti arriveranno una versione per tablet e una per l’ambiente iOs di Apple.
Pubblicato il: 05/04/2013

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?