Logo ImpresaCity.it

Red Hat lancia Enterprise Linux 6.2

A un anno dal lancio di Red Hat Enterprise Linux 6, l'azienda lancia la nuova versione 6.2, con nuove funzioni in termini di gestione delle risorse, prestazioni di storage e gestione identità.

Autore: Redazione ImpresaCity

Red Hat ha annunciato la disponibilità di Red Hat Enterprise Linux 6.2.   
Red Hat Enterprise Linux 6.2 offre miglioramenti in termini di gestione delle risorse ed elevata disponibilità, così come nuove funzionalità per le prestazioni di storage e file di sistema e per la gestione delle identità.  
La nuova versione fornisce capacità aggiuntive per la gestione delle risorse di sistema. Per i service provider o per le organizzazioni IT interne alle aziende che offrono applicazioni o servizi hosted in ambienti multi-tenant, è possibile stabilire i valori massimi per tempo di Cpu associato a una determinata applicazione, processo di business o macchina virtuale. Tutto questo per rendere la gestione degli Sla più efficiente e permettere di implementare priorità di servizio, simili a quelle associate al QoS (Quality of Service).  
Quando un'azienda implementa le applicazioni affinché girino su Red Hat Enterprise Linux 6.2 guest ospitato da VMware, queste ultime possono essere utilizzate per High Availability (HA) Add-on. Questo comprende il pieno supporto per l'uso di storage file system GFS2 condivisi da macchine virtuali.
Red Hat Enterprise Linux 6.2 porta miglioramenti anche alle funzionalità di storage e file system compreso il pieno supporto dell'estensione iSCSI per Rdma. Altre migliorie legate al file system comprendono meta data logging ritardato, scrittura file system parallela e asincrona, così come il supporto per molteplici istanze attive di Samba in cluster che migliora il throughput complessivo e aumenta la disponibilità di estese implementazioni Samba in cluster.  
L'identity management in Red Hat Enterprise Linux 6.2 offre i tool amministrativi necessari per installare, configurare e gestire rapidamente l'autenticazione e l'autorizzazione dei server in ambienti Linux/Unix, fornendo al tempo stesso l'opzione per interoperare con Microsoft Active Directory.
La gestione centralizzata di identità e il controllo degli accessi host-based possono ridurre l'overhead amministrativo, semplificare il provisioning e migliorare la sicurezza.  
L'azienda rende noto che sul più recente benchmark applicativo standard two-tier Sap SD (i cui risultati sono stati pubblicati il 2 dicembre 2011 con numero di certificazione 2011052), Red Hat Enterprise Linux 6 ha raggiunto oltre 22.000 utenti SD Sap su un unico sistema. 
Su questo stesso benchmark, il sistema HP DL980 G7 con Red Hat Enterprise Linux 6 ha utilizzato completamente gli 80 core e i 160 thread del sistema a 8 processori con MaxDB 7.8 e il pacchetto di miglioramento Sap 4 per l'applicazione Sap Erp 6.0. 
I risultati dimostrano le funzionalità dell'architettura Prema del sistema HP ProLiant DL980 G7 a 8 processori e della tecnologia di Cpu caching intelligente.
E' già in fase di sviluppo anche Red Hat Enterprise Linux 7, la prossima major release di Red Hat Enterprise Linux.  
Red Hat Enterprise Linux 6.2 è già disponibile per i clienti con sottoscrizione ed è accessibile online tramite Red Hat Network e/o utilizzando la funzione Subscription Manager.
Ulteriori informazioni tecniche sono disponibili qui.
Pubblicato il: 19/12/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni