Logo ImpresaCity.it

Eni, incontro tra Scaroni e Cnt libico a Tripoli

L'obiettivo principale del viaggio dell'ad di Eni in Libia è stata la messa a punto delle azioni necessarie per la ripresa delle esportazioni attraverso il Greenstream, il gasdotto che dalle coste libiche in grado di portare in Italia 10 miliardi di metri cubi di gas all'anno.

Autore: Redazione ImpresaCity

Si è tenuta ieri la missione a Tripoli dell'ad di Eni, Paolo Scaroni.
Nel corso della missione, la delegazione Eni ha incontrato massimi rappresentanti del Cnt libico e della National Oil Company e si è recata negli uffici Eni di Tripoli per incontrare il personale locale e fare il punto su tempi e modalità di riavvio della produzione di petrolio e gas.
L'obiettivo principale della missione è stato la messa a punto delle azioni necessarie per la ripresa delle esportazioni attraverso il Greenstream, il gasdotto che dalle coste libiche è in grado di portare in Italia 10 miliardi di metri cubi di gas all'anno.
L'operazione è stata dichiarata di interesse nazionale dal governo italiano perché strumentale alla sicurezza degli approvvigionamenti energetici nazionali.
A sua volta il Cnt ne ha sottolineato l'importanza strategica per il nuovo governo e il popolo libico in quanto importante testimonianza del graduale ritorno alla normalità.
"La nostra priorità - ha dichiarato Scaroni - è il rapido riavvio delle attività di esportazione del gas libico verso l'Italia, con l'obiettivo primario di garantire al nostro Paese la sicurezza degli approvvigionamenti". Paolo Scaroni ha anche espresso i propri ringraziamenti alle "Istituzioni italiane che hanno consentito l'organizzazione della delicata missione nella capitale libica, la prima di una società occidentale dall'inizio dell'insurrezione libica".
Pubblicato il: 14/09/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni