Logo ImpresaCity.it

Cgil, il 6 settembre sciopero generale contro la manovra

Al via la mobilitazione della Cgil contro la manovra di Ferragosto. Già oggi alle 9 presidio davanti al Senato, mentre il sindacato prepara lo sciopero generale per il 6 settembre.

Autore: Redazione ImpresaCity

La Segreteria Confederale della Cgil, a conclusione della riunione dei segretari generali di categoria e territoriali sulla base del mandato ricevuto dal Direttivo nazionale dell'11 e 12 luglio, ha indetto per martedì 6 settembre uno sciopero generale di 8 ore per ogni turno contro la manovra del governo, provvedimento definito in una nota "depressivo, socialmente iniquo, innefficace e antisindacale".
La protesta inizierà oggi, 24 agosto alle ore 9, davanti alla sede del Senato con un presidio proclamato dalla Confederazione, al quale parteciperà, insieme ai componenti della Segreteria Nazionale, il Segretario Generale della Cgil, Susanna Camusso.
In particolare per il sindacato la manovra è "depressiva" e "socialmente iniqua", perchè non viene destinata alcuna risorsa né alla crescita, né all'occupazione, mentre i redditi e i consumi dei cittadini continuano a ridursi. Per la Cgil ad essere colpiti dal provvedimento sono, ancora una volta, i soggetti sociali più deboli: lavoratori, pensionati, famiglie, mentre si continua ad evitare di intervenire sull'evasione fiscale, sulle rendite finanziarie e sulle grandi ricchezze.
Il decreto del 13 agosto oltre ad essere "inefficace" perchè, sostiene la Cgil, "non affronta in maniera strutturale le cause del deficit, né pone le basi per ridurre realmente il debito", possiede "caratteri antisindacali" in quanto "pretende di cancellare per legge uno strumento di regolazione generale dei diritti dei lavoratori come il Contratto Nazionale di lavoro".
Pubblicato il: 24/08/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione