Logo ImpresaCity.it

Riverbed, il lavoro in mobilità è una sfida per i dipartimenti IT

Quali nuove problematiche mette in gioco il lavoro in mobilità, sempre più diffuso tra le aziende? La risposta in una ricerca di Riverbed.

Autore: Redazione ImpresaCity

I dipartimenti IT riportano una diffusa difficoltà nel fronteggiare l'aumento dei lavoratori mobili. L'osservazione emerge da una ricerca di Riverbed Technology su 300 Chief Information Officer di importanti aziende europee.
L'inchiesta, commissionata da Riverbed e condotta dalla società di ricerca tecnologica Vanson Bourne, si è focalizzata sulle esperienze di supporto dei CIO europei offerte ai lavoratori mobili.
Dai risultati emerge che questa tipologia di dipendenti deve affrontare numerose difficoltà quando opera in remoto. Più di uno su quattro (27%) infatti afferma di aver affrontato problemi di performance di rete e più di uno su dieci (11%) difficoltà legate alle prestazioni delle applicazioni.
Le aziende europee hanno assistito all'incremento di lavoratori mobili e la ricerca evidenzia i benefici riscontrati in termini di soddisfazione (58%) e di aumento della produttività (59%) per le aziende grazie a questa opportunità. In media, il 32% della forza lavoro tradizionale ora opera in remoto e il 52% dei CIO intervistati conferma un notevole aumento nell'ultimo anno.      
Purtroppo però questa crescita ha portato all'incremento dei costi di supporto e del numero di chiamate ai centri di assistenza da parte dei lavoratori mobili. Quasi la metà degli intervistati, il 46%, afferma che le spese di gestione delle risorse mobili sono aumentati nell'ultimo anno, mentre il 32% ritiene che, sempre negli ultimi 12 mesi, siano cresciute le chiamate ai centri d'assistenza.
Di conseguenza, il 32% delle aziende prevede che i propri dipartimenti IT impiegheranno più del 40% del tempo nel supporto ai lavoratori mobili.        
Nel momento in cui le aziende decidono di adattare la propria infrastruttura alla moderna forza lavoro, è necessario che siano estremamente flessibili.
La centralizzazione dei dati continua a essere una delle priorità principali per ridurre i costi delle infrastrutture IT, ma difficoltà come sedi remote, collegamenti inconsistenti e ambienti a elevata latenza rallentano le performance delle applicazioni e hanno un impatto notevole sulla produttività dei lavoratori quando operano in remoto.
In aggiunta alla centralizzazione, le aziende stanno integrando nuove tecnologie come i virtual desktop e stanno supportando nuove piattaforme, come i Mac di Apple, che consentono alle aziende di fornire un'esperienza utente coerente ai lavoratori mobili.
In questo contesto, Riverbed offre Steelhead Mobile, progettato per offrire alle imprese una migliore ottimizzazione delle performance per risolvere i problemi che caratterizzano le infrastrutture moderne e aumentare la produttività della forza lavoro.
Inoltre, Steelhead Mobile Controller (Smc) è concepito per semplificare la distribuzione, la gestione, il monitoraggio e la reportistica delle licenze Steelhead Mobile in tutto il mondo.
Pubblicato il: 27/06/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione