Logo ImpresaCity.it

SonicWALL, ecco il vademecum contro la perdita dei dati

La perdita dei dati è l'incubo peggiore di tutti i CIO. Da SonicWALL il vademecum per essere sempre protetti.

Autore: Redazione ImpresaCity

Il backup dei dati è un termine che molte persone preferiscono ignorare: è come se fosse una malattia che tutti pensano di poter evitare fino a che non la contraggono.
La perdita dei dati si può verificare per molteplici ragioni; le cause più comuni sono il danneggiamento dei dati e gli attacchi malware. Molte aziende sprecano tempo e denaro preziosi quando perdono un file o una cartella importante.  
Dato il crescente utilizzo di internet da parte di aziende e famiglie, le minacce ai computer sono sempre più avanzate e resistenti ai sistemi di sicurezza e mai come ora sono necessarie efficaci misure di protezione.
Sebbene la maggior parte delle aziende ibride sia dotata di soluzioni di backup tradizionali, la complessità dell'attuale malware impone l'adozione di un sistema CDP (Continuous Data Protection), ovvero la protezione continua dei dati, per ridurre il crescente rischio di perdere i dati. Queste le osservazioni in materia di sicurezza dei dati di SonicWALL.
In questo contesto, la soluzione SonicWALL CDP 6.0 è progettata per garantire il backup e il ripristino dei documenti più importanti.  
Il sistema CDP 6.0 di SonicWALL effettua un backup in modo trasparente e automatico che consente di proteggere con sicurezza dati, applicazioni e sistemi dai comuni errori commessi dagli utenti, dai guasti dell'hardware, dalla cancellazione, dal disastro potenziale e dagli attacchi nocivi.
La programmazione integrata offre ai responsabili IT la possibilità di effettuare backup costante in tempo reale o in modo automatico su base periodica. Il backup dei dati può essere misurato in modo vero e proprio solamente se i dati sono recuperabili. Il modo più semplice è effettuare il back up di macchine fisiche e lo si può fare utilizzando diversi metodi e supporti di storage, come cartucce, hard disk, USB o CD esterni.
Tuttavia, il vero problema sorge quando i dati archiviati non possono essere recuperati da questi dispositivi. Nei casi in cui il recupero dei dati non funziona, le soluzioni tradizionali di backup possono dimostrarsi inutili, mentre le soluzioni CDP di SonicWALL garantiscono ai CIO di non perdere il sonno a causa di una potenziale perdita di dati.
Di seguito vengono descritti cinque scenari che consentono alle organizzazioni di comprendere in che modo il CDP può essere d'aiuto:  

Quando i file vengono cancellati per errore

L'errore umano è un nemico storico del CIO. Indipendentemente dalle dimensioni o dal sistema utilizzato da un'organizzazione, spesso accade che file importanti vengano inconsapevolmente cancellati e il problema poi scoppia nel momento in cui ci si rende conto che proprio quel file sarebbe stato fondamentale per ottenere un nuovo contratto.
Come è possibile recuperare tutte le infomazioni perse? Anche se un file è stato completamente cancellato dal sistema, utilizzando la soluzione CDP 6.0, i responsabili IT o i CIO hanno la possibilità di recuperare i dati in giornata nel modo seguente:  
- Cliccando sulla soluzione CDP solamente una volta per individuare i file di backup
- Scegliendo i file da ripristinare
- Ripristinando i file cancellati  

Quando un nuovo documento viene salvato su un vecchio documento altrettanto importante

Anche se il file esiste ancora, è possibile che manchino dei dati. Si tratta di un fenomeno che capita comunemente nelle aziende, quando i file vengono sovrascritti e quindi persi, o danneggiati. Vista l'importanza del backup, il ripristino dei dati diventa fondamentale quanto il backup stesso o persino di più in momenti come questi. Il dipartimento IT è in grado di recuperare i file persi più spesso di quanto si pensi, ma il tempo necessario per questa operazione è di solito più di una giornata.
Se è stata implementata una soluzione CDP, il team ICT può recuperare il file sovrascritto in meno di mezz'ora, con queste semplici operazioni:  
- Cliccare sulla soluzione CDP una volta per individuare i file di backup
- Individuare la cartella dove è stato archiviato il file
- Scegliere il file da ripristinare
- Ripristinare il file

Backup mentre si è in viaggio

Quando si è in viaggio non è possibile effettuare i normali backup di sistema che avvengono ad un determinato orario e solo se si è collegati in rete. E visto che i CIO sono spesso lontani dalla loro scrivania, come possono effettuare il backup dei dispositivi per evitare crash di sistema e altri disastri che spesso si verificano quando si abbassa la guardia?  
Con i normali sistemi di backup dei dati, quando i CIO non sono collegati alla rete il loro sistema non effettua il backup. Con le soluzioni CDP di SonicWALL, il backup avviene in modo automatico persino quando si è in viaggio. Questo sistema di backup automatico prevede solo il semplice salvataggio dei file necessari. Una volta salvati, il CDP garantisce che venga effettuato il backup dei file quando ci si connette alla rete nel primo punto disponibile.

I disastri accadono fra le mura di casa!

Il caffè che si rovescia sul computer può distruggere il sistema nel giro di pochi secondi. E anche se esiste il backup, come si riesce a ripristinarlo?
Le soluzioni CDP offrono opzioni flessibili di disaster recovery come l'offsite e il site-to-site che consentono il recupero istantaneo dei dati, delle applicazioni o di tutta la workstation.  
I sistemi CDP sono anche disponibili per sistemi operativi diversi, questo consente ai CIO di trasferire e ripristinare i dati dei laptop, computer o persino dei cellulari e per accedere ad essi in qualsiasi momento, ovunque si trovino.  
La gestione di una larghezza di banda sovrautilizzata e scarsamente protetta è un aspetto critico dell'operatività quotidiana di un'azienda; un maggiore utilizzo della larghezza di banda comporta una congestione più rapida dell'azienda che determina di conseguenza un'operatività più lenta.
Le soluzioni CDP offrono il controllo granulare della larghezza di banda che consente agli amministratori e ai responsabili IT di ottimizzare le prestazioni di backup e altre applicazioni fondamentali durante le ore di picco.
Pubblicato il: 30/05/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione