Logo ImpresaCity.it

Wincor Nixdorf rinnova gli sportelli di Poste Italiane

Wincor Nixdorf si aggiudica la gara di appalto per la fornitura dei nuovi sistemi per gli sportelli automatici di Poste Italiane.

Autore: Redazione ImpresaCity

Wincor Nixdorf ha annunciato di aver ottenuto l'incarico di aggiornare la rete degli sportelli automatici di Poste Italiane sul territorio italiano.
Nei prossimi due anni, l'azienda tedesca specializzata in soluzioni innovative per i settori bancario e retail installerà circa 1100 sportelli automatici nelle filiali di Poste Italiane.
Inoltre, Wincor Nixdorf si occuperà della manutenzione dei sistemi. 
Grazie all'introduzione dei nuovi sistemi Wincor Nixdorf, Poste Italiane sarà in grado di offrire ai consumatori ulteriori funzionalità rispetto a quelle di cui oggi dispongono, come il semplice pagamento in contanti.
I clienti di Poste Italiane potranno infatti inserire direttamente nel dispositivo presente presso gli sportelli automatici le fatture e i documenti di pagamento e procedere all'operazione in modo immediato.
Il sistema, inoltre, garantirà la sicurezza del pagamento: i dispositivi sono dotati di moduli anti-skimming  che impediscono la lettura fraudolenta dei dati delle carte.
Infine, Poste Italiane aveva indicato specifici requisiti relativi all'impatto ambientale: le nuove ricevute verranno stampate fronte-retro per risparmiare carta e i circuiti di standby ridurranno il consumo di energia.  
Poste Italiane, nelle sue 14.000 filiali dotate di 6.000 sportelli automatici e 600 terminali per le transazioni, offre ai propri clienti, accanto ai classici servizi postali, un ampio portafoglio di servizi finanziari. Con l'innovativo progetto avviato insieme a Wincor Nixdorf, sarà consolidato il canale self service per sviluppare al meglio le potenzialità degli ATM presenti sul territorio italiano.
Pubblicato il: 08/04/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione