Logo ImpresaCity.it

Efficienza delle aziende sanitarie, ecco "Valutare salute"

Presentato "Valutare salute", un progetto pilota che intende offrire strumenti per la valutazione dei dirigenti e del personale delle aziende sanitarie italiane.

Autore: Redazione ImpresaCity

Fornire strumenti per la valutazione dei dirigenti e del personale delle aziende sanitarie: questo lo scopo di "Valutare salute", un progetto sperimentale che si inserisce nell'ambito delle iniziative legate alla riforma Brunetta della Pubblica Amministrazione.
Il progetto è stato presentato a Roma in occasione del convegno "La diffusione della cultura della valutazione nelle aziende sanitarie".
"Valutare salute" è stato condotto tra la fine di gennaio e i primi di settembre del 2010 dal Dipartimento della Funzione pubblica e da Formez PA, che ne ha curato la realizzazione, in collaborazione con la Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere (Fiaso), con il Centro per la Formazione Permanente e l'Aggiornamento del personale del Servizio sanitario della Regione Siciliana (Cefpas) e con l'Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali (Agenas).
La sperimentazione ha interessato 22 Aziende Sanitarie su tutto il territorio nazionale e l'intera sanità pubblica siciliana (17 Aziende sanitarie).
In totale sono state effettuate più di 4.000 valutazioni della performance individuale del personale di comparto e dei dirigenti.
Il progetto ha permesso di verificare l'impatto del sistema di valutazione e premialità delineato nella Riforma Brunetta e di far emergere le eventuali criticità che la sua applicazione può incontrare nel mondo sanitario.
Quanto è emerso rispetto al posizionamento nelle diverse fasce dei dirigenti (46% in fascia alta, 40% in fascia media, e 14% in fascia bassa) e del personale (45% in fascia alta, 44% in fascia media e 11% in fascia bassa) si discosta dalle percentuali di base indicate dal Decreto Legislativo n. 150/2009 (il 25% in fascia di merito alta, il 50% in fascia di merito intermedia, il 25% in fascia di merito bassa) ma costituisce la prima applicazione in assoluto alla sanità di tale principio ed è inoltre la dimostrazione che il sistema di valutazione del merito su tre livelli è pienamente applicabile.
Le attività di "Valutare salute" proseguiranno nel quadro del progetto FSE-R.INNO.VA., in corso di realizzazione nelle quattro regioni dell'obiettivo convergenza (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) nel quadro del PON "Governance e Azioni di Sistema" - Asse E "Capacità Istituzionale".
Pubblicato il: 08/02/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione